Europa

Le azioni dell'Eurozona sono generalmente al rialzo andando verso la chiusura grazie al recupero del sentiment.

Francois Villeroy della Banca Centrale Europea (BCE) ha detto che l'area dell'euro sta rallentando, ma non è in recessione e ha rassicurato il mercato che non sono a corto di munizioni, e questo ha aiutato l'umore degli investitori, poiché dimostra come l'istituto di Francoforte sia disposto a fornire assistenza alla regione, se necessario.

Il settore dei viaggi nel Regno Unito ha reagito bene alla notizia che la Brexit è stata rimandata fino al 31 ottobre, dato che le azioni di easyJet, International Consolidated Airlines e TUI hanno registrato tra i maggiori rialzi del FTSE 100 oggi. Sembra che i consumatori e i management delle rispettive aziende possano muoversi con una certa tranquillità nel periodo estivo.

WH Smith ha annunciato una serie rispettabile di dati per il primo semestre. Le entrate totali per il periodo di sei mesi sono aumentate dell'8%, ma su base omogenea sono aumentate solo dell'1%. L'esposizione dell'azienda al settore dei viaggi è ciò che la distingue dalle altre catene di negozi al dettaglio. I ricavi totali derivanti dal settore viaggi sono aumentati del 18% e su base omogenea sono aumentati del 3%. L'utile ante imposte del gruppo è sceso dell'1%. Il dividendo è stato aumentato dell'8% e il piano di riacquisto di azioni è stato di 25 milioni di sterline e ciò dovrebbe aver accontentato gli investitori. In aggiunta all' aggiornamento positiva, la guidance per la seconda metà dell'anno è stata improntata ad un certo ottimismo.

Man Group ha dichiarato che i fondi gestiti nel primo trimestre sono aumentati del 3,5%. Il gruppo ha completato di 65 milioni di dollari di azioni del suo programma di riacquisto di azioni da 100 milioni. La società finanziaria ha anche confermato che le modifiche pianificate alla sua struttura aziendale sono "in pista".

Le azioni di Ocado sono in rosso dopo che HSBC ha abbassato il rating a "reduce" da "hold", ma ha aumentato il target di prezzo a 900 pence da 750.

Stati Uniti

Lo S&P 500 è in leggero rialzo, mentre il NASDAQ è in frazionale ribasso.

I verbali della Federal Reserve la scorsa notte sono stati meno accomodanti del previsto. Gli operatori sono stati colti alla sprovvista dal momento che alcuni membri del board hanno espresso la loro disponibilità ad aumentare i tassi d'interesse, qualora l'economia migliorasse.

Sia John C. Williams che James Bullard della Federal Reserve hanno espresso commenti positivi sull'economia statunitense. Williams ha detto che l'economia è "sana", mentre Bullard ha detto che la politica della Fed è al momento appropriata.

Il numero di richieste di sussidi di disoccupazione è sceso a 196.000 unità, il dato più basso in 49 anni. È un'ulteriore prova che il mercato del lavoro degli Stati Uniti è in buona salute. Il tasso di inflazione dei prezzi alla produzione principale è aumentato fino al 2,2% dall'1,9%, ma il tasso core è sceso al 2,4% dal 2,5%. La divergenza tra le due letture è probabilmente dovuto al rally del mercato dell'energia che ha caratterizzato tutto il 2019. Il calo nella lettura core è preoccupante in quanto implica un raffreddamento della domanda.

Lyft ha aperto in rialzo dopo che ieri il titolo è sceso a un altro minimo storico da quando il rivale Uber si sta preparando a pubblicare i prospetti per quotarsi in borsa. Lyft ha fluttuato sul mercato azionario all'estremità inferiore del range e ora sembra stia pagando il prezzo per la valutazione eccessiva. Quando Uber sarà quotata sul mercato azionario sarà più semplice la comparazione tra le due società perchè i saranno pubblicamente disponibili i dati contabili e, dato che Uber è la più grande tra le due, alcuni trader temono che possa eclissare Lyft.

Forex

La coppia GBP/USD ha avuto una reazione monotona alla notizia che la Brexit sarà rinviata fino al 31 ottobre. La concessione di un'estensione era ampiamente prevista e un compromesso è stato raggiunto poiché i francesi non sono favorevoli all'estensione di un anno. L'incertezza persiste ed è stata appena prolungato per altri sei mesi.

EUR/USD ha registrato una bassa volatilità oggi e gli operatori sono ancora cauti in scia all'aggiornamento della BCE di ieri, in cui la banca centrale ha dichiarato di essere pronta a sostenere l'area dell'euro in difficoltà. Mario Draghi, il capo della BCE, ha affermato che gli indicatori economici della regione potrebbero peggiorare nel breve termine. Germania e Francia hanno registrato valori di inflazione rispettivamente dell'1,4% e dell'1,3%, entrambi i dati sono stati in linea con le aspettative.

Materie Prime

L'oro è in rosso in scia alla forza del dollaro. La relazione inversa del metallo con il dollaro continua e alla luce del rimbalzo del biglietto verde, stiamo assistendo a rinnovate pressioni sulla materia prima. L'oro è in ribasso su base giornaliera, ma se riuscisse a mantenersi sopra il livello di 1280 dollari, la tendenza al rialzo potrebbe continuare.

Il petrolio si è preso una pausa dal suo trend positivo che ha caratterizzato la settimana ha portato a toccare il massimo degli ultimi cinque mesi. La produzione dell'OPEC è scesa al minimo di quattro anni e le sanzioni a Iran e Venezuela hanno aumentato la pressione al rialzo sul mercato petrolifero.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 11/04/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.