È stato un altro giorno negativo per i mercati europei ieri, con l’avvicinarsi della scadenza per l'aumento delle tariffe cinesi. I mercati statunitensi hanno chiuso però lontano dai minimi di giortnata sull'ottimismo che la scadenza odierna potrebbe essere rinviata.

Esiste la possibilità che l’aumento dei dazi possa ancora essere evitato dato che i funzionari statunitensi hanno esentato le merci attualmente in transito dai nuovi aumenti tariffari, il che significa che c'è una finestra potenziale, anche se limitata, per un un accordo da stringere.

Non c'è dubbio che la posta in gioco sia aumentata negli ultimi giorni, non solo per la guerra commerciale sui dazi tra USA e Cina, ma anche per l'intensificarsi delle tensioni nel Golfo Persico, dopo che il gruppo di vettori della USS Abraham Lincoln ha navigato attraverso il Canale di Suez nella regione.

Gli Stati Uniti dovranno prendere una decisione, se applicare o meno le tariffe automatiche alle auto importate dall'UE. Questo sarà un altro fattore che potrebbe pesare sui mercati nelle prossime sessioni.

Mentre si avvicina il weekend e la fine di una brutta settimana per i mercati europei, assistiamo ad una apertura positiva stamattina dopo il recupero sul finale dei mercati statunitensi nella giornta di ieri, tuttavia è probabile che qualsiasi rialzo rimanga limitato mentre il quadro commerciale rimane incerto .

La sterlina ha attraversato una settimana difficile, mentre diventa sempre più chiaro che i colloqui tra il partito laburista e il governo non porteranno ad un risultato veloce.

Alle 10.30 di oggi abbiamo in agenda alcuni dati sul Regno Unito: il PIL del primo trimestre previsto in aumento dello 0,5% rispetto allo 0,2% precedente, la produzione industriale di marzo prevista in rallentamento rispetto ai dati forti di febbraio, e la bilancia commerciale di marzo che dovrebbe attestarsi a -4,6 miliardi di sterline.

Sul fronte dell'IPO, Uber si aspetta un prezzo all'estremità inferiore della sua fascia di prezzo a $ 44-45 dollari per azione, dando una valutazione di circa $ 80 miliardi, ben lontana da alcune delle speculazioni che hanno calcolato la sua valutazione oltre i $ 100 miliardi poche settimane fa.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.