Europa

 

Si tratta di un doppio smacco per l'eurozona: l'Italia è scivolata in recessione e si registra un aumento delle voci di una fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank.

La terza più grande economia nella zona euro ha registrato due trimestri consecutivi di crescita negativa, cosa che ha spaventato gli investitori e che  potrebbe pesare sull'intero blocco valutario.

Il FTSE 100 sta mostrando buoni rialzi grazie alla performance delle azioni minerarie ed energetiche.

Deutsche Bank e Commerzbank sono scese drasticamente oggi dopo che è stato segnalato che potrebbe esserci una fusione delle due banche in difficoltà. Si ritiene che il governo tedesco appoggerebbe la mossa nella speranza di ripristinare la fiducia in Deutsche Bank. Le fusioni dovrebbero verificarsi solo quando c'è un reciproco vantaggio e non per cercare di tenere a bada i venditori allo scoperto.

Renishaw ha annunciato i risultati del primo semestre e le entrate sono aumentate del 6,1%, mentre l'utile ante imposte è sceso di quasi il 7%. I costi di distribuzione e amministrazione sono aumentati e ciò ha impattato sugli utili. Il dividendo ad interim è rimasto invariato a 14 pence. Le succursali nel Regno Unito e nell'Irlanda hanno registrato un aumento delle entrate del 20% nei sei mesi, ma ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i clienti hanno fatto scorte di prodotti prima della Brexit. La società sta espandendo la sua attività nel Gloucestershire e sta anche espandendo la sua attività a Dublino come un modo per proteggere il business da Brexit. L'azione si è ampiamente mossa in rialzo da ottobre, e se il trend rialzista continuasse potrebbe raggiungere l'area di 4.800 pence.

Le azioni Diageo sono in rialzo oggi dopo che la società di bevande ha registrato cifre solide e ha annunciato un aumento del piano di riacquisto delle azioni. I ricavi del primo semestre sono aumentati del 5,8%, mentre l'utile operativo è aumentato dell'11%. Il gruppo ha confermato che il piano di riacquisto di azioni è stato incrementato di 660 milioni di sterline. Anche il dividendo è stato aumentato del 5% e gli impressionanti ritorni agli azionisti hanno inviato un segnale positivo agli investitori. Il gruppo ha visto una crescita dei ricavi del 20% in CIna, con le vendite di Johnnie Walker che si sono dimostrate forti in Estremo Oriente. Il prezzo delle azioni ha toccato un massimo record oggi, e se il trend al rialzo continuasse potrebbe toccare l'area di 3.000 pence.

La Royal Dutch Shell è salita dopo che la società energetica ha rivelato cifre robuste. L'utile del quarto trimestre è salito del 47% a  5,69 miliardi di dollari, superando le previsioni di 5,39 miliardi. I costi sono saliti del 36% a 21,4 miliardi, un massimo di quattro anni. Il gruppo ha lanciato il prossimo round del piano di riacquisto di azioni proprie e questa tranche sarà di 2,5 miliardi di dollari. Su base annuale, il settore del gas upstream e il business ad esso collegato ha registrato notevoli miglioramenti nella redditività. È impressionante che l'azienda possa produrre tali livelli di redditività, data la volatilità del mercato petrolifero sottostante. Le azioni Unilever sono in rosso dopo che la società ha confermato che le vendite del quarto trimestre sono cresciute del 2,9%, mentre gli operatori si aspettavano il 3,5%. Il finale più debole dell'anno ha portato a una crescita annuale delle vendite del 2,9% - il suo tasso più basso dal 2014. D'altro canto, il margine operativo è salito al 18,4% dal 17,5% di un anno prima. La società punta ancora a raggiungere il 20% di margine operativo entro il 2020, ma dato il contesto generale e l'esposizione del gruppo ai mercati emergenti, potrebbe essere un obbiettivo difficile da raggiungere.

Stati Uniti

 

Gli indici statunitensi sono misti dopo il rally di ieri sera. Ieri, la Federal Reserve ha dichiarato che sarà "paziente" quando si tratterà di aumentare i tassi di interesse e questo ha innescato una serie di acquisti. Oggi la polvere si è posata e ora i trader stanno meditando la loro prossima mossa.

Le azioni di Facebook sono salite dopo che il gigante dei social media ha pubblicato cifre impressionanti dopo la campana di chiusura della scorsa notte. L'utile per azione del quarto trimestre è salito del 65% a 2,38 dollari, superando comodamente la stima di 2,18 dollari. I ricavi del periodo sono stati di  16,9 miliardi, mentre la stima di consenso è stata di 16,4 miliardi. L'immagine dell'azienda ha subito un duro colpo quando è scoppiato lo scandalo di Cambridge Analytica, ma ciò non gli ha impedito di produrre utili record nel quarto trimestre.

Microsoft ha rivelato un fatturato del secondo trimestre di 32,47 miliardi di dollari, ma la stima di consenso era di 32,51 miliardi di dollari. L'utile per azione è stato di 1,10 dollari, di poco superiore alla stima di 1,09. Il colosso tecnologico ha confermato che Azure, la divisione cloud computing dell'azienda, ha avuto una crescita nulla rispetto al trimestre precedente. L'azione oggi è in ribasso.

Le richieste di disoccupazione sono salite a 253.000, rispetto alla cifra rivista della scorsa settimana di 200.000. Tenendo presente che il rapporto ADP di ieri ha registrato 213.000 nuovi posti di lavoro der dicembre, i trader terranno d'occhio il dato sui non farm payroll di domani.

FOREX

 

EUR/USD non si è mosso molto nonostante l'Italia sia in recessione. I mercati valutari hanno sperimentato una bassa volatilità oggi sulla scia del sell-off del dollaro statunitense la scorsa notte a causa dell'aggiornamento della Fed. È strano che l'euro sia in gran parte invariato rispetto al biglietto verde data la situazione italiana.

Anche la coppia GBP/USD ha visto pochi movimenti oggi, in parte a causa della mancanza di importanti aggiornamenti economici dal Regno Unito. Secondo Nationwide, i prezzi medi delle case nel Regno Unito sono cresciuti solo dello 0,1% su base annua - la lettura più debole in quasi sei anni.

Materie prime

 

L'oro ha raggiunto ancora un altro massimo di otto meso dopo l'aggiornamento neutrale della Fed di ieri. La banca centrale degli Stati Uniti ha dato indicazione che non aumenterà i tassi di interesse a medio termine e questa dichiarazione ha sostenuto il prezzo dell'oro.

Oggi i prezzi del petrolio sono un po' più stabili perché gli operatori sono preoccupati per l'approvvigionamento futuro, dato che gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni al Venezuela. Le cifre deludenti del PMI manifatturiero provenienti dalla Cina durante la notte hanno avuto un impatto limitato sul mercato dell'energia.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 31/01/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.