L'effetto alone della sospensione delle tariffe automobilistiche del presidente Trump sembra essere stato piuttosto breve, con i mercati europei che sono scesi dopo che il presidente ha firmato un ordine esecutivo per proteggere le reti statunitensi dallo spionaggio straniero, aprendo la strada al ban del più grande fornitore di telecomunicazioni della Cina, Huawei.

Ancora più importante, gli Stati Uniti hanno anche inserito Huawei in una lista di controllo, chiamata Entity List, il che significa che qualsiasi azienda che intrattiene affari con Huawei deve ottenere il permesso degli Stati Uniti per farlo tramite una licenza. Ciò alza la posta con i cinesi bloccando efficacemente l'azienda cinese fuori dal mercato globale delle telecomunicazioni.

National Grid è stato nei titoli dei notiziari di ieri sulla base di indiscrezioni secondo le quali un governo laburista rinazionalizzerebbe l'infrastruttura energetica del Regno Unito ad un costo inferiore del valore per gli azionisti. Pur non soffermandosi sui diritti legali di una tale linea di condotta, le azioni sono scese in scia a quelle preoccupazioni. Gli ultimi dati relativi all'ultimo anno di oggi hanno mostrato che l'utile operativo è sceso del 18% a 2,87 miliardi di sterline. Gli investimenti in capitale sono aumentati del 6% a 4,5 miliardi di pound da 4,25 miliardi nel 2018, con 1,2 miliardi di sterline di tale investimento sulla rete di trasmissione del Regno Unito.

Burberry ha avuto la sua giusta parte di alti e bassi negli ultimi anni, tuttavia il nuovo CEO Marco Gobbetti sembra essere sulla strada giusta dopo che la compagnia ha confermato i risultati preliminari per l'ultimo anno fiscale. Nel primo semestre di quest'anno la società ha visto profitti netti salire del 42% a seguito di costi inferiori, oltre all'ottimismo che il debutto del nuovo capo dell'ufficio creativo Riccardo Tisci alla London Fashion Week porterà la società a raggiungere i suoi obiettivi di guadagno per l'intero anno. Con le prime consegne in arrivo nei negozi Burberry alla fine di febbraio è ancora probabilmente troppo presto per fare delle prime determinazioni su quanto saranno ben accette, ma i primi risultati hanno visto una domanda decente. I ricavi dell'intero anno sono stati pari a 2,72 miliardi di dollari in linea con le attese, mentre il risultato operativo è salito del 7% a 437 milioni di pound, tuttavia Burberry continua a rimanere indietro rispetto ai suoi principali concorrenti quando si tratta di performance dei prezzi delle azioni, con gli investitori un po' delusi dall'aggiornamento di oggi .I suoi principali concorrenti come LVMH e Hermes hanno tracciato la strada negli ultimi sei mesi lasciando la casa di moda inglese in ritardo, con le loro azioni che hanno raggiunto livelli record. Burberry ha ancora una certa distanza dai massimi storici dello scorso anno.

Il settore della dei viaggi ha faticato nel primo semestre di quest'anno, come si è visto dai risultati di TUI Travel di ieri, che hanno visto la società registrare un forte calo nella prima metà dell'anno. Non è stato meglio per Thomas Cook, la società che ha registrato una perdita per il primo semestre di 315 milioni di sterline, con un fatturato di poco più di 3 miliardi di sterline. Le sue azioni sono scese di oltre l'80% negli ultimi 12 mesi dopo due profit warning e le negoziazioni appena sopra i minimi di sei anni. La società è riuscita a concordare un una nuova linea di credito garantita di 300 milioni di pound con i suoi finanziatori, tuttavia la sua guidance, che prevede un contesto impegnativo per questa estate, dovrebbe preoccupare coloro che credono che potrebbe dover raccogliere più denaro dai suoi azionisti in futuro, dato che la società ha già un debito netto di 1,2 miliardi di sterline. Il management ha dichiarato che ci sono state diverse offerte per varie parti delle sue compagnie aeree, poiché cercano di raccogliere fondi per sostenere il bilancio. Più preoccupante è la guidance della società per quest'anno dato che ci si aspetterebbe di vedere una ripresa nelle vendite natalizie sulla scia dell'estensione Brexit di marzo, in quanto la domanda è sbloccata. In effetti ci sono state segnalazioni di un afflusso di prenotazioni sulla scia di quell rinvio, la preoccupazione è che Thomas Cook non ne abbia beneficiato molto.

I mercati statunitensi sembrano destinati ad aprirsi in ribasso oggi, mentre l'effetto alone della sospensione tariffaria di ieri va a svanire e l'aumento della posta da parte del presidente Trump a titolo di ordine esecutivo sulle reti statunitensi ha ricordato agli investitori se ce ne fosse stato bisogno che le tensioni commerciali restano ancora al centro. È un giorno importante per le trimestrali USA con Walmart, NVidia e Pinterest che annunceranno i loro risultati trimestrali.

Pinterest è stato uno dei più grandi vincitori delle IPO di quest'anno, le sue azioni hanno superato i blocchi post IPO. Oggi vedremo quanto bene sta facendo il management rispetto alle sue ambizioni per rendere redditizio il business su una base sostenibile. Attualmente valutato a oltre 15 miliardi di dollari e scambiato a premio rispetto al prezzo IPO, come la maggior parte degli unicorni deve ancora realizzare un profitto, ma le perdite stanno diminuendo, essendo in diminuzione dai 182 milioni di dollari nel 2016 a 63 milioni lo scorso anno, con un fatturato di 750  milioni di dollari. La più grande preoccupazione rimane circa la sua capacità di espandere la propria base di utenti oltre il proprio pubblico di riferimento, che è per l'80% costituito da donne. Ciò comporterebbe di cercare di estendere il loro appeal e il business a una fascia demografica molto più ampia senza rinunciare alla base di utenti core esistente. L'aggiornamento della prima settimana di questa settimana subirà l'impatto dei costi post IPO, ma si procederà a ridurre le perdite complessive e ad aumentare i ricavi che saranno di particolare interesse.

Ieri abbiamo sentito che Walmart sta cercando di far scorporare la sua unità UK, Asda attraverso una IPO. Non è probabile che ciò accada da un giorno all' altro, considerando i problemi di valutazione del business in un momento in cui i supermercati stanno affrontando una pressione significativa sui margini. I numeri di primo trimestre di oggi da Walmart rischiano di concentrarsi su fattori più interni così come sul suo business indiano Flipkart. Essendo uno dei pochi rivenditori al dettaglio statunitensi che è stato in grado di fronteggiare Amazon, i recenti dati di vendita hanno dimostrato che la società ha continuato a sovraperformare i suoi concorrete, mentre ha anche adottato misure per espandersi in nuovi mercati. L'acquisizione del più grande shop online indiano Flipkart un anno fa, per 16 miliardi di dollari l'ha vista sfidare Amazon e, mentre ci sono stati alcuni problemi iniziali, il potenziale a lungo termine rimane enorme. Nonostante ciò, si intuisce che il prezzo delle azioni di Walmart potrebbe essere leggermente superiore. Le aspettative sono per profitti di 1,02 dollari per azione, un calo da 1,41 che abbiamo visto alla fine del quarto trimestre.

Con la guerra commerciale con la Cina, i produttori di chip di prima qualità sono al centro della tempesta e i numeri del primo trimestre di oggi per NVidia saranno indicativi. Dopo aver visto le azioni precipitare dai massimi record nell'ottobre dello scorso anno, le azioni sono state anche colpite dal calo della cripto. Il management ha preferito mettere in guardia a proposito della debolezza della domanda cinese e che una debole prospettiva macro comporterebbe probabilmente un trascinamento nel nuovo anno fiscale. Con il produttore di chip Intel che ha offerto un aggiornamento pessimistico nelle ultime settimane, la trimestrale di NVidia di questa settimana potrebbe offrire il potenziale per una sorpresa, date le basse aspettative. Si prevede che i profitti saranno di 0.80 $ per azione.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 16/05/2019

-------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.