I mercati europei hanno avuto una sessione più cauta ieri in vista dell'incontro del G7 del fine settimana, con il mercato italiano che ha pesato sul resto dell'Europa, dopo che il nuovo primo ministro italiano Guiseppe Conte si è impegnato a far valere la lista di misure populistiche delineate dal Movimento Cinque Stelle e dal manifesto politico della Lega, compresa l'introduzione di un "reddito cittadinanza", una tassa a due aliquote e una repressione dell'immigrazione.

I rendimenti dei titoli italiani sono tornati in rialzo, con il rendimento a 2 e 10 anni entrambi in aumento di 25 punti base durante il giorno, mentre il FTSEMib haha girato in negativo nella misura in cui gli investitori hanno assunto una fredda dose di realtà, con il nuovo governo che non ha intenzione di smussare gli spigoli del loro programma fiscale.

Sembra anche che ci sia un certo nervosismo sull'imminente incontro del G7 di questa settimana e la prospettiva di una qualche forma di accordo sulle tariffe con una certa preoccupazione che potremmo non ottenere alcun progresso questo fine settimana. Ciò solleva la prospettiva di un lungo periodo di incertezza e se gli investitori hanno ragione nel ritenere che ciò faccia parte di una strategia del presidente Trump per tenere tutti sulle spine, salvo poi tornare indietro all'ultimo minuto.

L'attuale capacità di ripresa dell'economia statunitense potrebbe incoraggiare l'amministrazione statunitense a calcolare di avere una buona leva negoziale in questo particolare stallo, il che significa che potrebbero puntare i piedi per molto più tempo di quanto sospettano gli investitori. Sembra che ci siano progressi con la Cina, dato che i cinesi hanno accettato di acquistare 70 miliardi di dollari di prodotti agricoli ed energetici statunitensi a condizione che non vengano applicate tariffe aggiuntive.

Qualunque cosa accada in seguito i politici devono procedere con cautela particolare, poiché un'escalation da parte dell'UE o degli Stati Uniti potrebbe portare l'industria automobilistica tedesca al centro dell'attenzione, se Trump dovesse rilanciare e mettere sotto la lente di ingrandimento il più grande mercato di esportazione della Germania come parte della sua indagine sulle importazioni di automobili in gli Stati Uniti.

D'altro canto, i mercati statunitensi continuano a navigare senza problemi, con un altro record per il Nasdaq dopo un altro giorno di dati economici decenti, questa volta l'ISM non manifatturiero di maggio che ha mostrato un altro miglioramento, arrivando a 58,6, da 56,8 in Aprile, con la componente dei prezzi alla produzione che mostra anche livelli decenti di crescita dei prezzi in modo del tutto coerente all'indice di produzione.

Questo recupero dei costi di input sembra essere un tema ricorrente e servirà solo a rafforzare le aspettative sul tono della riunione della Fed di questo mese, e come i responsabili politici intendono gestire la guidance per ulteriori aumenti dei tassi quest'anno quando si incontreranno per aumentare i tassi di interesse, secondo le aspettative prevalenti per la prossima settimana. 

La sterlina ha avuto una buona giornata dopo che il dato PMI dei servizi migliore del previsto per maggio ha mostrato un significativo miglioramento dell'attività economica rafforzando la convinzione che il rallentamento visto a marzo non sia stato altro che un intoppo legato al clima freddo. Un forte aumento dei prezzi dei carburanti nelle ultime settimane ha anche sollevato timori che la Banca d'Inghilterra stia sottovalutando l'inflazione dopo che il recente calo della sterlina ha esacerbato il recente aumento del prezzo del petrolio ai massimi di quattro anni. Parte della forza della sterlina è frenata dalle tensioni sul prossimo voto sui vari emendamenti alla legge sulla Brexit che dovrebbero essere discussi la prossima settimana in Parlamento.

EURUSD - continua ad incontrare difficoltà sotto l'area 1.1750 e mentre la situazione è questa rimane il rischio di tornare all'area 1.1620 a breve termine con un supporto più ampio sul minimo di maggio nell'area 1.1500. Dobbiamo passare attraverso 1.1750 per pensare ad un movimento verso il livello 1.1830. Una rottura al di sotto del livello di supporto 1.1500 sulla trendline apre le porte verso un mevimento in area 1.1300.

GBPUSD - continua a salire più in alto verso l'area 1,3460, ma dobbiamo rimanere sopra l'area 1,3270 per confermarlo. Anche il supporto rimane sui minimi di maggio a 1,3200, con una rottura che porterebbe a un supporto più ampio appena sotto il livello di 1,3110 corrispondente ai minimi di gennaio 2017.

EURGBP - continua a muoversi in laterale con resistenza appena sopra l'area 0.8800 e supporto appena sopra l'area 0.8700. Il trading range principale rimane intatto con una rottura del supporto a 0,8690 che metterebbe nel mirino la zona di 0,8640. La media mobile a 200 giorni a 0,8850 limitate il rialzo.

USDJPY - sembra ancora ben supportato mentre resta al di sopra della media mobile a 50 giorni a 108,35, la prospettiva di un ritorno al livello di 110,30 e sulla media mobile a 200 giorni sembra una prospettiva realistica.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 06/06/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.