I mercati azionari statunitensi sono scesi di oltre il 2% la ieri sera con gli investitori sempre più preoccupati di un imminente rialzo dei tassi della Fed durante la riunione del FOMC questa settimana.

L'aumento del tasso ufficiale e l'inasprimento della politica monetaria sotto forma di riduzione del bilancio della Fed hanno portato a una minore liquidità del mercato e, cosa ancora più importante, hanno smorzato la fiducia degli investitori sulle prospettive di questo mercato toro che ha appena compiuto 10 anni.

Il commento di Powell nella riunione del FOMC sarà attentamente osservato dagli investitori globali alla ricerca di un indizio di una potenziale frenata nell'azione di restrizione. Ma nulla cambierà il fatto che siamo alla fine di questa era di tassi di interesse ultra-bassi, il che significa anche la fine di un ciclo di espansione del credito.

Il petrolio e il dollaro USA sono scesi nonostante il taglio della produzione OPEC, poiché la domanda di energia è minacciata da una crescita economica moderata, maggiori costi di indebitamento e incertezze commerciali fino al 2019. I capitali fuggono verso paradisi sicuri come oro e treasury, suggerendo che il sentiment del mercato resta fragile in un ambiente di trading 'risk off'.

Dal punto di vista tecnico, l'indice S&P 500 è sceso sotto un livello di supporto chiave di 2.600 punti e ha esteso le perdite verso l'area 2.550 - corrispondente al livello di estensione Fibonacci del 78.6%. La tendenza rimane ribassista con la media mobile a 10 periodi il e SuperTrend (10,3) inclinati verso il basso, e anche l'indice di momentum MACD tende al ribasso.

Il grafico giornaliero mostra che l'indice S&P 500 ha formato minimi e massimi decrescenti per il fatto che il mercato azionario è crollato dall'inizio di ottobre. Il grafico settimanale suggerisce che l'indice ha formato un pattern di doppio massimo.

Il timore di un possibile rallentamento della crescita globale il prossimo anno, sullo sfondo delle incertezze commerciali e dell'aumento dei tassi di interesse, ha iniziato a erodere le fondamenta di questo mercato toro, con il ribasso che è stato generato dalla ricerca di sicurezza e cash.

È probabile che il sentiment negativo derivante dalle turbolenze di Walla Street implichi un impatto negativo sui mercati asiatici oggi, frenando la propensione al rischio. Il ribasso per le azioni asiatiche, tuttavia, è probabile che sia limitato da valutazioni relativamente bassa. Nel frattempo, fattori esterni come il dibattito sulla Brexit in corso e il caso dell CFO di Huawei potrebbero anche stimolare una certa volatilità a breve termine.

US SPX 500 – Cash

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 18/12/2018


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.