Stamattina i titoli azionari europei sono saliti, dato che i trader sono fiduciosi per il prossimo round di negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina.

I delegati commerciali statunitensi voleranno a Pechino per riprendere i colloqui. Dato che entrambe le parti sono ancora distanti, non vi è alcuna garanzia che le discussioni avranno successo e l'ottimismo degli operatori potrebbe rivelarsi una falsa illusione. In una certa misura, alcune notizie positive sono già scontate e, a meno che non vengano fatti dei progressi, potremmo avere una replica dei  movimenti ribassisti di venerdì.

Acacia Mining ha registrato un utile netto annuo di 59 milioni di dollari, rispetto a una perdita di 707 milioni di dollari dell'anno scorso. I costi di produzione e i costi generali hanno superato le previsioni. La società ha dichiarato che le spese in conto capitale scenderanno tra l'8,6% e il 19,3% quest'anno e non è stato distribuito alcun dividendo nell'anno appena trascorso. È incoraggiante che l'azienda sia tornata in utili, ma se non stanno pagando dividendi, potrebbe essere indicativo del fatto che ci sia ancora incertezza. Negli ultimi mesi, il titolo ha faticato a rompere sopra al livello di 200 pence e una rottura al di sopra di quell'area  potrebbe spianare la strada a ulteriori rialzi.

Si vocifera ancora che Smith & Nephew siano interessati all'acquisizione di NuVasive per 3 miliardi di dollari. La società quotata a Londra è oggi in ribasso in quanto il titolo ha perso parte del terreno che ha recuperato alla fine della scorsa settimana.

È stato riferito che durante il  weekend Virgin Media sta pensando di fare un'offerta per KCOM. Virgin Media è controllata da Liberty Global che ha investito molto nel settore delle fibre ottiche.

Le azioni Talktalk sono in rosso dopo che HSBC ha declassato il titolo a "reduce" da "hold" e ha tagliato il target price a 82 pence, da 115 pence.

Lloyds sono stati promossi a una "overweight" da "equal weight" da parte di Morgan Stanley e la banca di investimenti statunitense ha abbassato il proprio outlook per RBS a "equal weight" da "overwight".

GBP/USD è in calo sulla scia di deludenti aggiornamenti economici dal Regno Unito. Su base annua, l'economia del Regno Unito è cresciuta dell'1,3% nell'ultimo trimestre dello scorso anno, mentre gli economisti si aspettavano l'1,4%. In aggiunta, la produzione industriale e la produzione manifatturiera sono entratre a dicembre e entrambi i dati hanno deluso le aspettative.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 11/02/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non