Scende l’inflazione e scendono I tassi! A sorpresa ieri la Bce ha tagliato i tassi d’interesse di 25 punti base portandoli al minimo storico dello 0,25 %, lasciando spazio a un ulteriore taglio e annunciando che la politica dei tassi bassi proseguirà senza indicare una data di scadenza. Nel discorso di Draghi non si è fatto riferimento al rafforzamento dell’euro che, non sarebbe stato decisivo per la decisione, ma si è fatto riferimento solo all’andamento dell’inflazione, attestatasi settimana scorsa allo 0,7 % ben lontana dall’obiettivo di stare sotto, ma vicino al 2 %. “L’Eurozona vivrà un 2014 di bassa inflazione e vedrà un modesto rimbalzo nel 2015”, queste le parole giunte dal Consiglio della Bce che a dicembre pubblicherà le previsioni su inflazione e Pil. Eurusd: la comunicazione delle 13 e 45 circa il taglio del tasso d’interesse ha provocato una caduta istantanea del cross che è passato da 1,35 a 1,33, toccando i minimi di settembre per poi tornare a 1,34. C’è spazio per un ulteriore discesa fino a 1,32 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.