L'incertezza sulla crisi greca continua a pesare sugli umori degli investitori rientrati dal lungo fine settimana. Il Governo di Atene, ha riferito un portavoce, ha il dovere di far fronte alle obbligazioni. Le Borse del Vecchio Continente hanno chiuso ieri in flessione, in scia ai timori sulla situazione della Grecia e a quelli di instabilità politica in Spagna dopo gli esiti delle elezioni a favore dei partiti anti-europeisti L'euro è sceso ieri ai minimi da un mese a causa dei timori sull'evolversi della situazione di Atene. In particolare il mercato sembra preoccupato della possibilità che il Paese non paghi il debito all'Fmi. L'euro/gbp dovrebbe consolidarsi al ribasso dopo il minimo da due mesi e mezzo toccato ieri. Anche il gbp/usd dovrebbe trattate con trend ribassista. I mercati valutari guardano con attenzione anche ai dati in arrivo oggi dagli Usa, quali quelli sugli ordini di beni durevoli. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.