Il petrolio negli ultimi giorni sta riprendendo fiato dopo le pesanti vendite della scorsa settimana, tuttavia un report della Energy Information Administration (EIA), pubblicato nella giornata di ieri, sembra gettare delle pesanti ombre sulle prospettive di prezzo dell’oro nero. In particolare l’EIA ha aumentato le sue previsioni di aumento della produzione negli USA per il 2017 e il 2018, stimando che per il 2017 la produzione giornaliera USA potrebbe aumentare fino a 440000 barili al giorno, raggiungendo quota 9.3 milioni bpd e nel 2018 la produzione potrebbe toccare i 10 milioni bpd. Inoltre ci sono da considerare altri due fattori: il possibile aumento produttivo da Canada e Brasile che potrebbe finire per compensare i tagli decisi a novembre scorso e l’impatto delle nuove infrastrutture negli Stati Uniti, che dovrebbero incrementare l’efficienza distributiva. Al contempo ci si aspetta un aumento della domanda negli USA di 250000 bpd nel 2017 e 300000 bpd nel 2018, previsione che è stata diminuita rispetto ai precedenti report. Continua il braccio di ferro tra paesi Opec e produttori non convenzionali, braccio di ferro che avrà il suo momento cruciale il 25 maggio prossimo con la riunione dei paesi Opec a Vienna, dove verrà discusso un prolungamento temporale dei tagli. Intanto oggi alle 16:30 sono previsti i dati settimanali sulle scorte USA pubblicate dall'EIA, da cui ci si aspetta una riduzione di 1.59 milioni di barili dopo la diminuzione di 930 mila barili della scorsa settimana. Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 10/05/2017 -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.