Non è stato un inizio facile per le azioni automobilistiche europee. Il prezzo dell'indice Nasdaq OMX Global Automobile è aumentato appena del 2,4% dall'inizio di gennaio, mentre in tutto il continente il rallentamento delle vendite, gli ingenti investimenti nell'elettrificazione e gli standard più rigidi sulle emissioni hanno avuto un impatto su un settore che sta già operando su margini sottili come rasoi.

In Germania, vera e propria potenza produttiva automobilistica europea, Volkswagen, BMW e Daimler - i cui prezzi azionari si scambiano a un rapporto P/E ben al di sotto della media settoriale di Refinitiv - stanno tutte lottando contro il contraccolpo della regolamentazione (il trio è stato accusato dalla Commissione Europea di collusione per ritardare l'introduzione della tecnologia a emissioni pulite), un rallentamento delle vendite di autovetture e costi di ricerca e sviluppo ingenti. Ma mentre nessuna casa automobilistica ha pubblicato risultati stellari all'inizio dell'anno, l'ottimismo degli investitori è variato in modo sostanziale da marchio a marchio.

Prezzo delle azioni BMW

BMW Group [BMW]  con sede centrale a Monaco all'inizio di questo mese ha registrato un calo del 78% degli utili del primo trimestre prima degli interessi e delle imposte, a 589 milioni di euro. Questo e un accantonamento legale per 1,4 miliardi di euro in risposta alle presunte violazioni antitrust da parte della Commissione europea, ha portato l'unità strategica di BMW che produce autoveicoli  in rosso per la prima volta in un decennio.

BMW performance azionaria a 1 anno, CMC Markets, 21 maggio 2019

L'amministratore delegato Harald Krueger si continua ad attenere alle previsioni per l'intero anno e promette di compensare questa scarso rendimento nella seconda metà dell'anno, quando il gruppo sarà pronta  a lanciare una sfilza di nuovi modelli - tra cui un SUV elettrico.

Ma gli investitori non sono convinti - prezzando l'azione a 66 euro la scorsa settimana, il prezzo delle azioni è sceso del 15% circa dal massimo del 18 aprile di inizio anno e del 5% da gennaio - e gli analisti vedono poco in termini di rendimenti miracolosi di fine anno: "Con un margine  del 5,6% e un free cash flow negativo, è evidente che BMW sta faticando  per raggiungere il suo obiettivo di redditività", ha scritto l'analista di Bernstein Research Max Warburton. "È improbabile che i fattori alla base di questa situazione si allentino a breve".

Prezzo delle azioni Volkswagen

Sorprendentemente per una casa automobilistica che sta ancora pagando per il peccato originale di Dieselgate - lo scandalo che nel 2015 ha rivelato l'imbroglio dei test delle emissioni - Volkswagen Group [VOW3] con sede a Wolfsburg ha pubblicato probabilmente i risultati più resilienti per il settore automobilistico europeo nel primo trimestre, con ricavi in crescita del 3,1% anno su anno a 60 miliardi di euro.

Capitalizzazione di mercato

72.59 miliardi di pound

PE ratio (trailing)

6.40

EPS (trailing)

22.98

Return on equity (trailing)

10.44%

Volkswagen metriche finanziarie chiave, Yahoo finance, 21 maggio 2019

Mentre i marchi di lusso come Porsche e Audi hanno registrato un calo nei volumi di vendita, la forte domanda di SUV ad alto margine di Volkswagen ha compensato un accantonamento di  1 miliardo di euro imposto all'impresa in relazione alla frode delle emissioni diesel, consentendo al board di mantenere invariati gli obiettivi del 2019.

"VW sta sfidando le probabilità e sta facendo crescere i guadagni mentre altri declinano", ha scritto Warburton di Bernstein. E mentre le cose potrebbero ancora prendere svolte inaspettate - a differenza di BMW, VW non deve ancora pagare alcuna multa dall'indagine antitrust sulla tecnologia delle emissioni - la sua azione è un'eccezione positiva per il settore: è aumentato del 6% nell'anno da inizio anno.

Prezzo delle azioni di Daimler

Veniamo ora alla rivale di sempre di BMW: Daimler [DAI]. La casa madre di Mercedes-Benz sta avendo una corsa migliore finora nel 2019, per quanto riguarda le performance azionarie. Le azioni della società automobilistica hanno raggiunto il picco massimo di circa 59 euro, anch'esse il 18 aprile, ma una salita molto più ripida ha fatto sì che, anche dopo il calo all'attuale livello  53 euro, il titolo sia ancora in rialzo del 13% rispetto alla fine del 2018.

Daimler performance azionaria a 1 anno, CMC Markets, 21 maggio 2019

Tuttavia la società ha dovuto affrontare gli stessi venti contrari di BMW durante il primo trimestre, con la riduzione di Mercedes-Benz che ha spinto i profitti in calo del 16% su base annua. Il CEO uscente Dieter Zietsche non ha nascosto che attenersi agli obiettivi per l'intero anno "non è diventato più facile". L'azienda è attualmente impegnata a riorganizzare la propria attività attorno a tre assi portanti: autovetture, camion e servizi di mobilità. Tutti gli occhi saranno puntati sull'amministratore delegato entrante Ola Kallenius che guiderà l'azienda attraverso questa transizione e verso gli obiettivi per l'intero anno.

Almeno sul fronte R&D, Daimler è pronto per ottenere un aiuto esterno. Li Shufu, presidente della capogruppo cinese di Volvo, Geely, ha silenziosamente accumulato una quota del 10% nella casa automobilistica tedesca nell'ultimo anno (facendo uso di tutti gli strumenti finanziari disponibili per non dover rivelare la partecipazione fino a quando non è stato conclusa l'operazione) . Geely ha anche riferito di aver preso una quota del 50% nel marchio Smart Car di Daimler, una zavorra nel portafoglio della compagnia che ha trascinato i profitti del gruppo per due decenni. Inoltre, BAIC, un'altra casa automobilistica cinese, sembra che stia acquistando fino al 5% in Daimler.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 21/05/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.