Si avvicinano inesorabili le prossime scadenze a cui deve fare fronte l’esecutivo guidato da Alexis Tsipras, sempre più a corto di liquidità e impegnato nella difficile ricerca di fondi per coprire il pagamento di stipendi e pensioni. E’ notizia dei giorni scorsi il decreto emesso dal governo per requisire la liquidità di cassa detenuta dagli enti pubblici. Il tutto mentre la Banca Centrale Europea tenta di tranquillizzare i mercati e l’Eurogruppo tenta, tramite le parole di Dijsselbloem, di pungolare il paese ad implementare le riforme strutturali richiesti. In questo contesto con degli esiti imprevedibili che dividono anche i commentatori sui possibili scenari, diventa di fondamentale importanza mettere a fuoco il calendario con le prossime date chiave reso disponibile da Bloomberg. • 11 maggio – riunione dell’Eurogruppo che rappresenta l’ultima di decidere se concedere o meno fondi aggiuntivi per 7 miliardi di € • 12 maggio – scadenza della tranche di 774 milioni di euro dovuta al Fondo Monetario Internazionale. Ricordiamo che dopo questa data il Governo ha tempo un mese per pagare prima che sia dichiarato il default. In totale nel mese di maggio dovranno essere rimborsati al FMI 997 milioni di € • 12 giugno – rimborso di 310 milioni di euro al FMI • 16 giugno – rimborso di 581 milioni di euro al FMI • 19 giugno – rimborso di 348 milioni di euro al FMI • 30 giugno – fine del periodo di proroga del programma di salvataggio dell’Eurogruppo, alla scadenza di questa data il Governo deve presentare un programma di riforme • 13 luglio – rimborso di 465 milioni di euro al FMI • 19 luglio – pagamento di interessi per 199 milioni di euro su obbligazioni governative • 20 luglio – scadenza delle obbligazioni detenute dalla BCE per un controvalore di 3.5 miliardi di euro, il mancato pagamento di queste obbligazioni sancirebbe il default della Grecia tagliandola fuori dai fondi dai finanziamenti della Bce Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.