Le azioni hanno subito un forte sell-off questa mattina, mentre le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina sono aumentate.

Il presidente Trump afferma che la Cina "ha rotto l'accordo" e gli operatori lo hanno preso come un segnale che li relazione tra Washington  e Pechino stiano peggiorando. Le discussioni commerciali tra le due parti continueranno oggi, ma gli investitori non stanno dando grandi speranze.

Trump non è un uomo da arrendersi e sembra probabile che questa disputa commerciale passerà ad un livello superiore.

Le azioni di Superdry hanno visto molta volatilità in apertura dopo che la casa di moda ha emesso il suo terzo profit warning in 12 mesi. Il gruppo ha avuto una performance piuttosto scarsa per le 13 settimane fino a fine aprile, poiché le vendite all'ingrosso e online sono diminuite rispettivamente del 9,3% e del 3,9%. È preoccupante che le vendite online siano diminuite, dal momento che l'e-commerce è aumentato negli ultimi anni. L'aggiornamento di oggi ha tracciato alcuni passaggi per aiutare a guidare l'azienda nella giusta direzione e l'azienda intende ridurre gli sconti non necessari e aumentare il numero di prodotti disponibili online. Nonostante un forte calo in fase di apertura, l'azione è ora in rialzo nel corso della seduta.

Unicredit ha rivelato una serie rispettabile di risultati per il primo trimestre. L'utile netto è aumentato del 24,7% a 1,39 miliardi di euro, superando la previsione di 1,29 miliardi di euro e le svalutazioni di crediti sono state pari a 468 milioni di euro, meglio della previsione di 553 milioni di euro. La banca ha una forte esposizione al mercato dei titoli di stato italiani e intende ridurre il proprio portafoglio attraverso i run-off. Il gruppo ha confermato che è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi del 2019. L'aggiornamento ottimistico di oggi potrebbe rinnovare le speculazioni su una possibile fusione tra Unicredit e Commerzbank.

Le azioni IMI sono in rosso dopo che la società ha dichiarato di aspettarsi ricavi e profitti organici nel primo semestre inferiori rispetto allo scorso anno. Il gruppo ha avvertito che le condizioni commerciali del primo trimestre sono state contrastanti, proprio come l'ultimo trimestre dello scorso anno. La società è leggermente più ottimista sulle sue prospettive per l'intero anno e prevede che trarrà beneficio dalle ristrutturazioni in corso.

Disney sarà al centro dell'attenzione oggi dopo che la compagnia ha annunciato cifre positive ieri sera. L'utile per azione è stato di 1,61 dollari, superando le previsioni di 1,58 dollari, mentre le entrate sono aumentate del 3% a 14,92 miliardi di dollari, mentre la stima di consenso è stata di 14,36 miliardi di dollari. Disney + sarà lanciato entro la fine dell'anno e sarà un rivale di Netflix, dato l'aumento della TV in streaming, è probabile che diventi una componente strettamente monitorata del business.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 09/05/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.