I mercati asiatici hanno visto un'altra sessione positiva con l'attenzione sul fatto che vedremo ulteriori progressi dei colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina e questo ottimismo ha comportato un altrettanto positivo inizio della sessione di oggi in Europa con l'apertura del DAX ai massimi di sei mesi, mentre il FTSE100 è rimasto indietro, anche se è ancora vicino al livello di 7.400.

Indicazioni iniziali sembrano suggerire che si stiano facendo progressi nei colloqui commerciali con i punti fermi che sembrano essere vicini alle fasi di attuazione e di applicazione. Si dice che questi comprendano l'ultimo 10% dell'accordo e sono probabilmente i punti più difficili da concludere, poiché i colloqui riprenderanno a Washington più tardi.

Una delle cose che è stata evidente negli ultimi mesi è stata una divergenza tra i dati PMI manifatturieri e dei servizi in Cina, così come in Europa, e questo sembra essere continuato durante la notte con un miglioramento decente nell'ultimo Caixin sui servizi di marzo in Cina che ha visto un aumento al livello più alto in più di un anno a 54,4.

Il miglioramento dei numeri cinesi sembra essere stato guidato da un aumento dei nuovi ordini di esportazione, anche se deve essere tutto inserito in un contesto che ha visto i numeri di febbraio con un calo a 51,1, che potrebbe essere dovuto a un rallentamento a causa del nuovo anno cinese. Anche gli ultimi PMI dei servizi in Spagna e in Italia sembrano aver confermato questa divergenza con un forte rimbalzo in marzo a 56,8 e 53,1, rispettivamente. La Francia ha continuato a faticare e sembra essere un outlier con una lettura debole di 49.1, mentre la Germania è arrivata a 55.4.

Ciò nondimeno, gli investitori hanno afferrato questa gancio positivo generando un buon inizio di mese, che coincide con l'inizio del secondo trimestre, guidato dall'FTSEMib italiano che è cresciuto di oltre il 20% rispetto ai minimi di dicembre.

Anche se l'FTSE100 sta sottoperformando i suoi concorrenti europei oggi i migliori performer sono le banche e i costruttori di case in quanto gli investitori sembrano guardare con fiducia verso la prospettiva di una soft Brexit, con Persimmon, RBS e Lloyds che guidano i rialzi.

Nel suo ultimo aggiornamento per l'anno fiscale in corso, Stagecoach, società britannica di treni e autobus, ha previsto un miglioramento nell'outlook per l'intero anno che dovrebbe comportare un miglioramento dei profitti annuali. Si prevede una forte performance nella sua divisione ferroviaria nel Regno Unito e anche il business di autobus nel Regno Unito contribuirà a guidare questo miglioramento con Virgin Rail che è attesa ad un incremento del 6,7%, mentre la divisione autobus nel Regno Unito un aumento del 3,4% in termini di crescita del fatturato su base omogenea. L'unica nodelente riguarda la sua divisione in Nord America con la società che ha dichiarato che prevede di completare la vendita di questa unità entro la fine dell'anno finanziario

Nei risultati dell'intero anno AA ha riportat un aumento delle entrate totali a 979 milioni di sterline da 960 milioni di sterline, tuttavia i profitti prima delle tasse sono diminuiti del 60% a 53 milioni di sterline, da 141 milioni. Gran parte del calo degli utili è dovuto ad  un investimento di  26 milioni di sterline nella divisione stradale e assicurativa, oltre ad un accantonamento per altri 34 milioni per un credito pensionistico per l'anno precedente. I numeri degli iscritti sono diminuiti del 2% a 3,21 milioni, tuttavia l'ammontare delle entrate generate da questi abbonamenti è aumentato del 3%, aiutato in parte da miglioramenti al mix di prodotti.Anche il settore assicurativo ha mostrato un miglioramento, con un aumento sia nelle polizze per case che per auto.

Le azioni di Superdry sono scese ulteriormente questa mattina in scia alla notizia secondo la quale azionisti hanno deciso di consentire seppur con delle restrizione al ritorno in consiglio del cofondatore Julian Dunkerton. In un classico caso della legge di conseguenze non intenzionali, il voto ha provocato un esodo di massa dal momento che l'amministratore delegato e il presidente si sono immediatamente dimessi con altri quattro direttori i quali hanno dichiarato che non saranno più operativi a partire dal 1° luglio. In questo contesto è difficile essere ottimisti sulle prospettive del gruppo fino a quando non si la polvere non si sarà depositata a terra, il che significa che sarà prioritario per qualsiasi nuova gestione stabilizzare il business rapidamente o rischiare ulteriori cali dei prezzi delle azioni verso i minimi degli ultimi cinque anni che abbiamo visto alla fine del 2018 a 354 pence. Da gennaio dell'anno scorso il prezzo delle azioni è sceso da un massimo a 2101 pence, con un calo di oltre il 75%, quindi è chiaramente necessaria una chirurgia radicale. La grande domanda è se Julian Dunkerton sia l'uomo adatto a fare ciò.

La sterlina ha visto un rimbalzo decente nel corso della giornata, dopo che il primo ministro Theresa May ha contattato il leader laburista Jeremy Corbyn per cercare di trovare un modo per rompere l'impasse attorno ai negoziati sulla Brexit, in barba al suo governo e più in generale al partito. Il tempo dirà se la sua coalizione si terrà insieme sulla scia di questo cambiamento di politica, con il rischio di vedere i parlamentari conservatori allontanarsi dal sostegno al suo accordo. Semplicemente rischia di perdere più voti all'interno del suo stesso partito di quanti ne guadagnerà dai laburisti, il che significa che i numeri non possono migliorare nel momento in cui cercherà approvazione per il suo accordo. Naturalmente potrebbe adottare una strategia che costringa i laburisti a uscire allo scoperto con delle proprie proposte e potenzialmente allargare le divisioni all'interno dei loro ranghi, oltre a costringerli a sporcarsi le mani qualunque sia il risultato per Brexit. Una proposta di unione doganale, insieme ad un altro referendum rimangono delle questioni controverse per alcuni parlamentari laburisti. In ogni caso l'orologio continua a procedere con il tempo che si sta esaurendo per promulgare la legislazione per chiedere un'estensione o a definire una qualche forma di accordo. La posta in gioco continua a rimanere alta con qualsiasi estensione che può comportare una serie di condizioni, compresa la partecipazione alle elezioni europee.

I mercati statunitensi sembrano destinati a continuare positivamente con un'altra forte apertura prima dell'ultimo rapporto ADP sull'occupazione che dovrebbe mostrare che le assunzioni sono rimaste stabili a marzo con altri 175.000 nuovi posti di lavoro che dovrebbero essere stati aggiunti, leggermente in calo rispetto ai 183.000 di febbraio.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/04/2019


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.