Il dato sulle buste paga del settore privato ADP ha deluso le aspettative registrando la lettura più bassa da marzo 2010. I dato ADP è stato di +27k di posti di lavoro rispetto ai 180k previsti. Il dato suggerisce che il settore privato, comprese le imprese manifatturiere, di costruzione e minerarie, sia riluttante ad assumere a fronte di crescenti tensioni commerciali. Le piccole imprese hanno perso 52.000 posti di lavoro il mese scorso. La lettura di maggio segna un forte calo rispetto al mese precedente, che ha visto un incremento di 271.000 posti nel settore privato.
L'economia statunitense dovrebbe moderarsi nei mesi a venire, poiché il rallentamento ciclico globale si approfondisce sull'aumento delle tariffe commerciali e le attività produttive in tutto il mondo si deteriorano ulteriormente. Gli analisti prevedono che l'economia statunitense potrebbe crescere ad un ritmo più lento dell'1,5% nel trimestre aprile-giugno.
Il dato deludente sui nuovi posti di lavoro mostrata dal dato ADP ha portato i mercati a prevedere un calo delle attese per il dato più famoso Non Farm Payroll di questo venerdì.


-- Se vuoi seguire l'analisi in diretta sull'uscita del dato sui Non Farm Payroll venerdì registrati gratuitamente al nostro WEBINAR sui NFP --


Il mercato azionario, tuttavia, ha scelto di ignorare un quadro fondamentale in deterioramento e spera che la Fed presto taglierà i tassi. La probabilità di un taglio del tasso della Fed entro la fine di quest'anno è salita a oltre il 98%. Il dollar index ha raggiunto un massimo a 98,0 area e da allora è entrato in ritracciamento. Ciò ha contribuito ad alleviare la pressione sulle azioni statunitensi e sulle attività dei mercati emergenti negli ultimi due giorni.
L'indice S & P 500 è salito per il secondo giorno consecutivo poco sopra i 2.820 punti. Immobili (+ 2,33%), utility (+ 2,14%), IT (+ 1,38%) e beni di consumo (+ 1,12%) sono stati i migliori settori, mentre l'energetico (-1,08%) è rimasto indietro indebolito dal calo dei prezzi del petrolio.
Dato il contesto di elevate incertezze commerciali e di elementi fondamentali aspri, la sostenibilità di questo rally del mercato azionario è discutibile. Tecnicamente, l'indice S & P 500 è ancora in trend ribassista in quanto il suo SuperTrend (10,3) rimane in una configurazione ribassista. Il livello di supporto immediato può essere trovato a 2.800 e quindi a 2.711 punti.
La scorsa notte il mercato petrolifero ha continuato la sua traiettoria ribassista, martellato da una lettura dell'inventario del DoE degli Stati Uniti molto più alta del previsto. Le scorte di greggio negli USA sono aumentate di 6,77 milioni di barili nell'ultima settimana, rispetto a una previsione di un calo di 1,5 milioni di barili. Le scorte sono aumentate significativamente in tre delle ultime quattro settimane, suggerendo che l'offerta ha superato la domanda e che ha indebolito il prezzo del petrolio.
Il Brent è ancora in una fase di correzione profonda, in quanto SuperTrend (10,2) e SMA a 10 giorni sono entrambi inclinati verso il basso. Indicatori di momentum RSI e DMI, tuttavia, hanno mostrato segni di ipervenduto temporaneo e un rimbalzo tecnico è possibile a breve termine.