Misura “una tantum”! Così è stata definita dalle autorità cinesi la svalutazione dello Yuan con l’intento di combattere il rallentamento dell'economia cinese e con l'obiettivo di allineare lo yuan ai sui valori di mercato Si tratta del maggiore taglio degli ultimi vent'anni che ha portato la moneta cinese a 6,2298 nei confronti del dollaro Usa, l'1,9% in meno rispetto ai 6,1162 di ieri. Ad accendere la lampadina per il Governo cinese deve essere stata la contrazione delle esportazioni dello 8,3 % su base annua e quindi si può vedere questa svalutazione come un vero e proprio aiuto alle esportazioni. Cede anche il mercato delle materie prime: il petrolio Wti cede circa l'1% in area 44,50 dollari al barile, mentre l'oro viaggia in area 1.100 dollari l'oncia --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.