I produttori di auto europei hanno avuto una sessione stellare ieri, dopo che è stato riferito che il governo cinese sta considerando di tagliare la tassa sugli acquisti di auto della metà.

In particolare, il DAX ha avuto una buona salita in quanto aziende come Daimler, BMW e Volkswagen sono state oggetto di acquisti. La Germania ha occupato i titoli delle principali testate dopo che il cancelliere Angela Merkel ha annunciato che non parteciperà alla corsa per la leadership della Christian Democratic Union (CDU), e, soprattutto, abbandonerà la politica quando il suo mandato di cancelliere si esaurirà nel 2021. La CDU ha avuto un risultato deludente nelle elezioni statali dell'Assia durante il fine settimana, e questo fatto ha dato il la agli annunci. È stata una  notizia importante da digerire visto che Angela Merkel è stata per molto tempo una protagonista di primo piano nella politica europea.

Le case automobilistiche statunitensi come Ford e  General Motors sono state guidate a loro volta dalle notizie dalla Cina. I principali indici statunitensi hanno perso i loro guadagni dopo che è stato riferito che il presidente sta pianificando di imporre 257 miliardi di dollari di dazi addizionali sulle importazioni cinesi se i negoziati commerciali non procedessero senza intoppi. Le tensioni commerciali tra le due maggiori economie del mondo sono state latenti recentemente e ora sembra che la situazione potrebbe diventare ancora più grave. Aziende come Caterpillar e 3M hanno già notato aumenti dei costi e aumenteranno i loro prezzi, circostanza che potrebbe diventare un tema comune nelle future stagioni delle trimestrali. La scorsa notte  Boeing ha perso terreno dato che i trader  temono che la compagnia passa essere vittima  della disputa commerciale tra USA-Cina.

Giganti della tecnologia come Amazon e Alphabet, che hanno entrambi concluso la scorsa settimana con una nota negativa, hanno avuto un inizio incerto nella sessione di ieri hanno concluso decisamente  in rosso. Il nervosismo nel settore tecnologico ha eroso la fiducia generale del mercato. Sembra che il movimento del NASDAQ 100 si stia propagando al resto del mercato.

Durante la notte, le tensioni commerciali si sono allentate dopo che è stato riferito che Trump ha parlato di un "grande" accordo commerciale con la Cina, ma ha avvertito che Pechino potrebbe non essere pronta per un accordo. Il regolatore cinese ha annunciato che vuole aumentare gli investimenti in società quotate in borsa e renderà più facile effettuare riacquisti di azioni, e anche le fusioni e le acquisizioni saranno più facili da intraprendere. La notizia ha dato sostegno alle azioni cinesi.

Philip Hammond, il Cancelliere dello Scacchiere, ha annunciato ieri il budget, e ha rivelato che una tassa sui servizi digitali sarà implementata nel 2020. Saranno prese di mira le principali aziende online che raccolgono entrate nel Regno Unito. La salute economica del Regno Unito appare foriera di ottimismo con l'aumento della previsione di crescita, la crescita dei salari nei prossimi cinque anni è stabile e la previsione di deficit è stata abbassata. Il settore delle vendite al dettaglio verrà aiutato con un intervento fiscale dato che é stato stanziato un fondo da 675 milioni di sterline per il settore. In aggiunta, i le tasse saranno ridotte di un terzo per alcune attività.

Il dollar index  ha recuperato terreno  ieri dato che il PCE core si è mantenuto stabile al 2%, soddisfacendo le previsioni: il rapporto è la metrica  preferita dalla Federal Reserve per misurare l'inflazione. Visto che è stabile, potremmo vedere la Fed continuare sulla strada dell'aumento dei tassi di interesse.

Il petrolio ha perso terreno ieri poiché gli investitori nutrono timori per l'offerta futura. La Cina sta rallentando e la disputa commerciale con gli Stati Uniti sembra sul punto di peggiorare. Durante il fine settimana, il ministro russo dell'energia, Alexander Novak, ha dichiarato che non vi è alcun motivo per limitare la produzione. Le scorte di petrolio degli Stati Uniti sono aumentate di recente, e ora le  posizioni long sul petrolio degli speculatori hanno raggiunto un minimo di 15 mesi.

Oggi ci sono una serie di importanti annunci economici dalla zona euro. Alle 9.55  verrà pubblicato  il tasso di disoccupazione tedesco, e la stima di consenso è che si mantenga stabile al 5,1%. Il PIL italiano del terzo trimestre sarà pubblicato alle 10:00 e gli economisti prevedono una crescita annuale dello 0,9%. Il PIL della zona euro del terzo trimestre sarà pubblicato alle 11:00 e gli operatori si attendono una crescita dell'1,8%. L'indice dei prezzi al consumo  tedesco sarà pubblicato alle 14:00 e la previsione è del 2,4%.

EUR/USD - ha iniziato a muoversi in ribasso dalla fine di settembre e se rimanesse al di sotto della regione 1.1510/00, potrebbe farsi strada verso l'area di 1.1300 per un test. Una movimento al rialzo potrebbe imbattersi in una resistenza a 1.1598 corrispondente alla media mobile a 100 giorni.

GBP/USD - la spinta al rialzo da metà agosto sta iniziando a indebolirsi e se rimane sotto 1.3000 potrebbe mettere 1.2785 nel radar. Un rally sopra 1.3000 potrebbe portare in gioco la regione 1.3250.

EUR/GBP - ha spinto al rialzo da metà ottobre e se dovesse superare la media mobile a 200 giorni a 0.8836 dovrebbe salire ulteriormente. Una rottura al di sopra di 0.8900 potrebbe portare in gioco 0.9000. Se la tendenza al ribasso più ampia continuasse, potrebbe mettere nel target 0.8800.

USD/JPY - la tendenza al rialzo iniziata a marzo è ancora intatta e, se la mossa positiva continuasse, potrebbe raggiungere il target di 114,73. Il supporto potrebbe essere trovato a 111,61 in corrispondenza della media mobile a 100 giorni.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 30/10/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.