La lira turca è stata di nuovo al centro di questa settimana dopo il netto calo della scorsa settimana, direzionando le azioni globali al ribasso mentre inizia una nuova settimana di trading. I commenti del fine settimana del presidente Erdogan suggeriscono che non ha alcuna intenzione di arretrare dalle posizioni espresse venerdì secondo le quali il paese è nel bel mezzo di una guerra economica.Ha ribadito la sua richiesta ai cittadini turchi di convertire i dollari e euro in lire, mentre allo stesso tempo ha affermato che non si arrenderebbe mai alle richieste di aumento dei tassi di interesse, facendo finire la lira a 7 contro il dollaro durante la seduta asiatica. La valuta ha rimbalzato dopo che la banca centrale turca ha aggiunto al mercato 6 miliardi di dollari di liquidità.

Senza alcuna indicazione o da Erdogan o dal suo nuovo ministro delle finanze, il genero Berat Albayrak, di una possibile inversione di rotta, la prospettiva sta già sortendo effetti in altri mercati emergenti, oltre a sollevare preoccupazioni sull'esposizione delle banche europee all'economia e al sistema bancario turco.

Mentre da sola questa crisi può sembrare contenuta e di natura modesta, sembra esserci la sensazione che questo sia stato un altro pretesto da parte degli investitori per fare un passo indietro. In un contesto geopolitico già difficile, come è avvenuto a causa delle crescenti preoccupazioni per un'escalation tra Stati Uniti e Cina sul commercio, l'attuazione di nuove sanzioni contro la Russia la scorsa settimana, questa crescente crisi in Turchia sembra mettere troppa carne al fuoco per gli investitori, da qui l'ultimo attacco di avversione al rischio, che sta avendo alcuni effetti a catena su altre valute, incluso il rand sudafricano.

La preoccupazione maggiore è che l'escalation tariffaria della scorsa settimana da parte degli Stati Uniti potrebbe essere solo l'inizio di ulteriori misure per esercitare pressioni economiche sulla Turchia, che a sua volta potrebbe creare ulteriori effetti a catena.

Anche le banche europee sono rimaste sotto pressione per le preoccupazioni sulla loro esposizione al sistema bancario turco, anche se la debolezza di oggi sembra essere piuttosto modesta, rispetto al calo di venerdì.

Per quanto riguarda le altre notizie borsistiche di oggi il gruppo farmaceutico tedesco Bayer ha visto la sua quotazione di prezzo precipitare dopo la sentenza del weekend in un tribunale statunitense che ha dichiarato che il diserbante "RoundUp" della Monsanto provoca il cancro, assegnando 289 milioni di dollari a favore della parte querelante. Mentre la società ha affermato che si appellerà e ha negato un nesso causale, vi è la preoccupazione che possano sussistere ulteriori sentenze e azioni legali.

L'industria marittima è vista come un indicatore di crescita globale, quindi l'aggiornamento di oggi da parte del gigante delle spedizioni Clarkson non sembra essere propenso a dare segni di incoraggiamento, con profitti e ricavi inferiori. L'utile ante imposte del primo semestre è stato di 18 milioni di sterline, in calo da 21,9 milioni di sterline dell'anno scorso, mentre anche i ricavi hanno deluso con una discesa da 156,8 milioni di sterline a 152,6 milioni di sterline, anche se i mercati hanno reagito positivamente dopo che la dirigenza ha mantenuto la guidance invariata.

Il sollievo sembrerebbe essere dovuto al fatto che la compagnia non ha reteirato il profit warning di quest'anno con un unlteriore, quindi questi numeri non sono stati una sorpresa e la guidance è rimasta invariata. I numeri indicano però che le condizioni non sono esattamente ottimali.

Le azioni del contractor alla difesa Chemring Group sono in netto calo dopo che un dipendente è stato tragicamente ucciso e un altro ferito nella sua fabbrica di Salisbury alla fine della scorsa settimana. La società ha avvertito che siamo ancora agli inizi e che le indagini erano in corso e che vi sarebbe un impatto finanziario a seguito della chiusura a breve termine della struttura e di eventuali misure di ricompensazione finanziaria future.

Il dollaro USA ha continuato la sua ascesa inviando sia la sterlina che l'euro ai nuovi minimi di più mesi.

I mercati statunitensi sembrano destinati ad aprire in ribasso basso sulla scia delle più deboli sessioni asiatiche ed europee odierne con le azioni di Tesla che probabilmente rimarranno al centro dell'attenzione sulla scia dei tweet della settimana scorsa dal CEO Elon Musk secondo cui aveva trovato i fondi per un buyout a 420 $ per azione. Il recente flusso di notizie sembra suggerire che questo potrebbe essere stato un po'eccessivo con le notizie del fine settimana secondo le quali il fondo sovrano dell'Arabia Saudita è in trattative per costituire un pool di investitori, suggerendo che qualsiasi accordo proposto è tutt'altro che "sicuro".

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 13/08/2018


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.