Stamattina i mercati europei hanno avuto un avvio positivo dopo il brusco crollo di ieri con le banche che hanno guidato i rialzi dopo che gli Stati Uniti hanno reso noto un periodo di proroga di 90 giorni a Huawei per continuare a fornire aggiornamenti software e manutenzione hardware agli Stati Uniti e ad altre società per garantire l'integrità dell'attuale infrastruttura e la sicurezza dei suoi utenti.

Anche se è una piccola misura, forse simboleggia il fatto che potrebbe esserci una retromarcia dalla situazione attuale, che potrebbe benissimo trasformarsi in una guerra commerciale in piena regola tra Stati Uniti e Cina e che potrebbe a sua volta trascinare l'intera economia globale verso al ribasso.

WH Smith è un marchio ben noto nel commercio al dettaglio del Regno Unito e in qualche misura lo è ancora, tuttavia la decisione della società di ritirarsi dal commercio al dettaglio e dai nodi di trasporto ha contribuito a isolarlo dai peggiori problemi dei settori di vendita al dettaglio, poiché le vendite complessive del gruppo nel trimestre sono aumentate del 15%. Per dare un'indicazione di questo allontanamento dal comercio al dettaglio, WH Smith ha oltre 1.600 negozi, con soli 599 situati nei centri città. Nonostante ciò il business del commercio al dettaglio rimane ancora il tallone d'Achille del business con vendite totali in questa divisione in calo dell'1% nel periodo. Il fatto di appoggiarsi per la vendita agli uffici postali ha consentito di migliorare i margini con 184 punti di distribuzione ora aperti, tra cui 17 nuove sedi. La divisione viaggi, invece, ha continuato a sovraperformare con un fatturato totale in aumento del 26% in una serie di località, incluse 425 unità internazionali, tra cui il Medio Oriente, l'Australia, il Sud-est asiatico, le Americhe e l'India.

Sembrerebbe che un inverno mite abbia aiutato Halfords a registrare una performance migliore del previsto dalla sua divisione retail in quanto le vendite di biciclette hanno visto un aumento del 2,6% in vendite a parità di perimetro, cosa che non si noterebbe dalla reazione dei prezzi azionari di oggi. Questa sovraperformance ha avuto l'effetto di compensare quella della divisione delle automobili e dei ricambi, che ha avuto un calo a causa delle minori vendite di prodotti solitamente venduti in inverno, che hanno visto un calo dello 0,4% a parità di perimetro. Più in generale, la società ha registrato un anno solido con vendite on line in aumento del 9,5% e con margini in miglioramento, in quanto i ricavi del gruppo hanno registrato un modesto aumento rispetto all'anno prima, attestandosi a 1,14 miliardi di sterline. I profitti, invece, sono diminuiti di 12,8 milioni di sterline rispetto a un anno fa a 58,8 milioni di sterline, il che è stato un po' deludente, anche se dovrebbero essere contestualizzate con le vendite e i ricavi del settore automobilistico più elevate di un anno fa, quando "Beast from the East" ha causato maggiori vendite per il settore automotive. La compagnia ha inoltre ridotto i suoi livelli di indebitamento di 6 milioni di sterline a 81,8 milioni di sterline.

In quella che rappresenta una notizia deludente per la concorrenza nel settore bancario del Regno Unito, Tesco ha annunciato questa mattina che si ritirerà dal mercato dei mutui. Come per qualsiasi azienda, il potenziale di crescita dipende dalla capacità di prevedere un percorso chiaro in termini di crescita degli utili. Il calo dei rendimenti, così come il difficile mercato immobiliare sembrano rendere questo processo molto più difficile da gestire e in quanto tale sembra che Tesco abbia deciso di prendersi una pausa. La società cercherà anche di trovare un acquirente per il portafoglio di prestiti erogati da 3,7 miliardi di pound.

Il rallentamento nei settori dell'edilizia abitativa e delle costruzioni non ha frenato Galliford Try, che ha pubblicato un buon aggiornamento per l'anno in corso, spingendo a un discreto rally del prezzo delle azioni. Linden Homes continua a registrare buoni risultati, anche se con un ritmo di vendita leggermente più lento e prezzi di vendita leggermente più bassi. I dirigenti dicono di aspettarsi di vedere le prestazioni di quest'anno in linea con le aspettative.

Sulla scia dei recenti eventi, l’assemblea generale di Metro Bank di oggi si annuncia vivace. Per il secondo anno consecutivo, Legal and General Investment Management voterà contro Vernon Hill come presidente della banca sotto assedio, sulla base del fatto che nutre da tempo preoccupazioni sulla governance della banca. Dati gli eventi recenti, queste preoccupazioni sono del tutto valide e, nonostante il rimbalzo del prezzo delle azioni in seguito all'aumento di capitale della scorsa settimana, è abbastanza chiaro ciò che la banca potrebbe fare con la nuova dirigenza visto che negli ultimi dodici mesi la società ha perso quasi 3 miliardi di sterline della sua capitalizzazione di mercato.

I mercati americani, dopo aver subito un forte calo ieri sulla scia dell'escalation di Huawei, potrebbero vedere un rimbalzo a causa della rinuncia da parte del dipartimento commerciale degli Stati Uniti.

Le azioni di Tesla saranno probabilmente al centro dell'attenzione per l'aumento delle preoccupazioni per la capacità dell'azienda di raggiungere i propri obiettivi di produzione quest'anno. Abbastanza curioso che gli investitori abbiano impiegato così tanto tempo per rendersi conto che l'obiettivo di produzione dell'azienda fosse irrealistico, fatto che era noto più di un mese fa ed è un po' sconcertante, ma meglio tardi che mai suppongo.

Ci si aspetta anche che le azioni della catena Home Depot siano al centro dell'attenzione più tardi oggi. Lo scorso anno la società ha registrato vendite record, con un aumento del 7,2% a 108,2 miliardi di dollari, una performance decente che non si è riflessa nei prezzi delle azioni negli ultimi 12 mesi. La compagnia sembra aver beneficiato di un mercato immobiliare statunitense in difficoltà, poiché i consumatori decidono di spendere soldi per migliorare la loro casa attuale, piuttosto che trasferirsi in una nuova. La sua guidance è stata ottimistica, orientando le aspettative per le vendite dell'anno fiscale 2020 tra i 115 miliardi e i 120 miliardi di dollari, anche se forse gli investitori speravano di più. La performance di Home Depot  in questo ultimo aggiornamento sarà in grado di offrire indizi su dove si dirigerà l'economia statunitense nel prossimo trimestre, quasi come una sorta di cartina tornasole. Si prevede che gli utili per azione saranno di 2,18 dollari, contro i 2,09  alla fine del quarto trimestre.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 21/05/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.