Se in America si programma il “tapering” ovvero la riduzione dell’immisione di liquidità che, dal 2008 ha contribuito in maniera decisiva alla risalita dei listini, in Europa cominciano ad aumentare le possibilità di un sostegno all’economia attraverso il “quantitative easing”. Le perplessità circa l’iniziativa sono dovute al membro tedesco Weidmann che sembra contrastare l’idea di Mario Draghi di procedere con gli aiuti. Per il momento, la dichiarazione recente del consigliere Bce Hansson in cui si paventa la possibilità di ulteriori riduzione dei tassi rappresenta la novità degli ultimi giorni. Hanno Ritracciato ieri le Borse Europee chi più (Londra e Parigi) chi meno (Francoforte e Milano) ma a Wall Street il Nasdaq stavolta chiude oltre quota 4000 dopo averla oltrepassata nella seduta precedente solo per qualche minuto. La fiducia al Senato di oggi dà respiro alla Borsa di Milano che sale di circa un punto percentuale e l’accordo in Germania tra le forze politiche dovrebbe vedere una nuova grande coalizione in grado di permettere alla cancelliera Merkel di governare per il suo terzo mandato. Sul fronte delle notizie economiche, la seconda lettura del Pil britannico conferma il progresso dello 0,8% su base trimestrale dal +0,7% del secondo triemstre. Il progresso tendenziale risulta dell'1,5%. GBPUSD: si rafforza la moneta britannica nei confronti del dollaro, superati i massimi recenti posizionati a 1,6250, siamo a 1,6285 e si punta verso 1,6305 e poi ai massimi di 1,6380 di gennaio. Supporto a 1,6110 la cui rottura potrebbe portare fino a 1,59 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.