Le azioni in Europa hanno colto un rimbalzo oggi, ma alcuni dei principali indici hanno annullato alcuni dei primi rialzi. Theresa May ha avuto una giornata disastrosa ieri e gli investitori sono ancora in bilico sulla situazione politica nel Regno Unito. La politica è in primo piano anche in Italia, poiché Roma e Bruxelles sono ancora bloccate per quanto riguarda il bilancio. Per il momento, la Brexit attirerà più attenzione nei media, ma il problema italiano potrebbe scatenare un altro round della crisi del debito dell'eurozona.

Kier Group ha confermato di essere sulla buona strada per raggiungere il target per l'intero anno. La società ha avviato un programma di riduzione dei costi a luglio e l'obiettivo è quello di vendere asset non core e lo scopo è di risparmiare circa 10 milioni di sterline nel primo semestre del prossimo anno. L'azienda ha imparato dagli errori di Carillion e si sta ridimensionando nel tentativo di rimanere agile. Il prezzo delle azioni è in calo da marzo 2017 e, se il trend ribassista continuasse, potrebbe arrivare a 800 pence.

Le azioni di Royal Mail sono nuovamente in rosso dopo che Credit Suisse ha ridotto il target di prezzo per l'azione a 301 pence, da 339. Il downgrade del prezzo arriva il giorno dopo che il gruppo ha rivelato cifre deludenti. Gli sconvolgimenti politici nel Regno Unito hanno scatenato chiacchiere su possibili elezioni generali e il partito laburista ha dichiarato che prenderebbe in considerazione la possibilità di rinazionalizzare l'azienda, cosa che sta pesando sul sentiment.

Verso la fine della sessione europea di ieri, la Food and Drug Administration (FDA) ha annunciato piani per limitare la vendita ai minorenni della maggior parte delle sigarette elettroniche nei negozi, nel tentativo di dissuadere i minori dal fumare. La FDA sta anche cercando di vietare la vendita di sigarette al mentolo. British American Tobacco e Imperial Brands sono oggi al centro dell'attenzione questa mattina.

Nvidia sarà in focus oggi, dopo che le azioni hanno subito un pesante sell-off nella seduta afterhours della scorsa notte. Gli utili per azione del terzo trimestre del gruppo hanno superato le previsioni, ma il fatturato hanno amncato le stime di consenso. E ' stata la deludente guidance a provocare il danno. La società prevede entrate del quarto trimestre per 2,7 miliardi di dollari, mentre la precedente prevedeva 3,40 miliardi di dollari.

La coppia GBP/USDè riuscita a recuperare parte del terreno perso ieri, ma il sentiment è ancora negativo. Stamattina sono arrivati degli acquisti, dovuti sia dalle quotazioni a sconto che per la ricopertura delle posizioni short, che stanno sostenendo la sterlina e dato che l'incertezza politica del Regno Unito è così fore al momento, la sterlina potrebbe trovare difficoltà ad attirare acquirenti.

EUR/USD è leggermente in rialzo in scia alla debolezza del biglietto verde. Mario Draghi, capo della Banca centrale europea, ha espresso un atteggiamento prudente per l'Eurozona. Il banchiere centrale ha espresso preoccupazione per le prospettive di crescita e ha avvertito che il commercio mondiale sta rallentando. L'inflazione dell'Eurozona è stata del 2,2%, in linea con le previsioni.

Ci aspettiamo che il Dow Jones aprirà in ribasso di 29 punti a 25.260 e stiamo lo S&P 500 in calo di 6 punti a 2.724.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 16/11/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.