Potrebbe essere all’italiana, sulla falsariga di quanto accaduto per Iva e Imu la soluzione alla crisi Americana tra democratici e repubblicani. Infatti il portavoce della Casa Bianca ha aperto ai repubblicani dicendo che andrà bene un innalzamento del tetto sul debito pubblico, anche di un anno, senza drammi e senza ritardi. Per cui se da un lato la volontà è quella di risolvere una situazione difficilissima e dai risvolti terribili, dall’altro l’obiettivo è guadagnare tempo ed evitare il default. Warren Buffett definisce il mancato innalzamento al tetto come una bomba nucleare. Ieri, in apertura il DowJones è partito con una perdita di oltre 100 punti poi recuperata chiudendo con un loss di un punto percentuale; Lo S&P 500 ha chiuso in ribasso del 0,85 % e il Vix ovvero l’indice che misura la volatilità implicita delle opzioni detto anche “indice della paura” èsalito di quasi il 9 %. E in questo contesto è radicata la debolezza del dollaro, con il Dollar Index vicino ai minimi degli ultimi due mesi EURUSD: la candela di venerdì lascierebbe spazio a una discesa verso 1,3460 supporto importante la cui rottura porterebbe verso zona 1,3320/30. Siam oa 1,3560 e per nuove salite bisogna oltrepassare area 1,3710 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.