Come da previsioni la Reserve Bank of New Zealand (RBNZ) ha deciso di mantenere i tassi fermi all’1.75%, ma a sorpresa nell’outlook è stato sottolineato che non sono previsti aumenti al tasso d’interesse fino al 2019. La politica monetaria della RNBZ resterà comunque espansiva, dato che al momento non c’è evidenza di un aumento stabile e duraturo del tasso d’inflazione., aumentato al 2,2% solo per effetto dell’aumento del prezzo delle materie prime. Nella nota emessa dalla Banca Centrale neozelandese tra le altre cose viene sottolineato come: “Il tasso di crescita del Pil nella seconda metà del 2016 è stato più debole delle attese. Ciò nonostante, le prospettive di crescita restano positive, supportate da una politica monetaria che continua ad essere accomodante, da una forte crescita della popolazione, e da alti livelli di spesa e di attività di costruzione”. Inoltre: “la crescita dell’inflazione nel primo trimestre dell’anno è dovuta soprattutto ad una più alta inflazione dei beni scambiabili (tradable goods), in particolare sono aumentati i prezzi di petrolio e cibo. Questi effetti sono temporanei e possono portare un po’ di volatilità nell’inflazione generale nel corso dell’anno. L’inflazione dei beni non scambiabile e dei salari rimane moderata e è attesa ad un aumento graduale”. Nei giorni scorsi si era diffusa l’attesa che un rialzo del tasso di riferimento da parte della RNBZ, fosse già possibile per la fine del 2017 o l’inizio del 2018, portando ad un rimbalzo del kiwi contro il dollaro, disegnando un doppio minimo in area 0.685, che in questo momento sta per essere ritestato. Per oggi alle 13.00 è invece programmato il meeting della Boe, da cui non ci si attendono particolari sorprese dopo che nell’ultima riunione Kristin Forbes ha votato per un aumento del tasso d’inflazione. In questa fase d’incertezza legata all’impatto economico della Brexit e alle prossime elezioni che si terranno il prossimo giugno. Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 10/05/2017 -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.