La scorsa notte si è tenuto un meeting a suo modo storico per la Reserve Bank of Australia, la prima per il neogovernatore Philip Lowe che ha sostituito Glenn Stevens rimasto in carica per ben 10 anni. L’approccio del nuovo governatore è stato in linea di continuità con il predecessore e ha mantenuto fermi i tassi all’1.5% come previsto dagli analisti. Ricordiamo come nella prima parte dell’anno ci siano stati già due tagli dei tassi in risposta alle montanti preoccupazioni per un tasso di inflazione molto lontani dal target del 2-3% dichiarato dalla Rba. I due primi tagli hanno prodotto gli effetti sperati e l’inflazione nel mese di luglio ha dimostrato un leggero miglioramento. "Tenendo conto delle informazioni disponibili e avendo allentato la politica monetaria nei meeting di maggio e agosto, il board ha valutato che il mantenimento è coerente con una crescita sostenibile dell'economia e con il raggiungimento dell'obiettivo d'inflazione", ha dichiarato la Rba. In questa fase il rallentamento del settore minerario dovuto ai bassi prezzi delle materie prime è stato compensato dalla forza del settore immobiliare che si sta dimostrando in buona crescita, anche se ci sono dubbi sulla persistenza a lungo termine di questa dinamica. Sul tavolo resta aperto per la riunione in programma per il primo novembre, anche se l’attenzione degli operatori sarà già molto alta nella serata del 26 ottobre quando saranno diffusi i dati relativi all’inflazione e sarà più chiaro se ci sia spazio per un ulteriore taglio dei tassi. Stabile per ora il cambio AUD/USD che si muove tra le figure di 0.76 e 0.77. Dal punto di vista tecnico è evidente la conformazione a cuneo che si venuta a configurare sul grafico giornaliero. Da monitorare le due trendline che delimitano la figura, prechè una rottura del livelli potrebbe generare un significativo movimento. ------------------------------------------------------------------------------------------------ Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.