La peggiore seduta del 2015 per Wall Street. Sia il Dow Jones che lo S&P 500 hanno perso il 2,1%. La svalutazione dello yuan, e la crescente sensazione che l'economia cinese stia rallentando più del previsto e le autorità centrali non abbiano il pieno controllo della situazione, mettono a repentaglio la fiducia degli investitori. A ciò si sommano le incertezze sulle reali intenzioni della Fed in materia di tassi di interesse. Le minute relative alla riunone del Fomc di luglio non hanno dato chiarimenti. Peggio ancora è andata al Nasdaq, che ha perso il 2,8%. Secondo gli operatori, i titoli tecnologici e quelli dei produttori di beni di consumo durevoli sono i più esposti a ondate di vendite, essendosi comportati piuttosto bene nelle ultime settimane. Significativo che l'indice della volatilità, il Vix, sia cresciuto del 25% in una sola seduta. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.