market relief

Carpetright ha pubblicato i suoi dati per l'intero anno sostanzialmente in linea con le aspettative. I ricavi sono scesi del 3% a 443,8 milioni di sterline, mentre la stima di consenso era di 450,85 milioni di sterline. La perdita al lordo delle imposte è stata di 8,7 milioni di sterline, e in aprile la società ha annunciato che si prevede una perdita compresa tra 7 milioni di sterline e 9 milioni di sterline. La posizione debitoria netta è aumentata del 440%, che riguarda il considerare l'ultima cosa di cui la società ha bisogno è l'aumento dei rimborsi del debito.

Carpetright ha avuto alcuni mesi difficili. Le cose sono andate di male in peggio nel 2018, poiché la società aveva emesso anche troppi profit warning, che hanno messo a dura prova il prezzo delle azioni. La società ha importanti ristrutturazioni da fare. Ad aprile, ha annunciato l'intenzione di chiudere 92 negozi come parte di un accordo volontario aziendale (CVA), e oggi l'azienda ha rivelato che chiuderà 81 negozi entro settembre. L'accordo vedrà anche l'azienda ricevere uno sconto sull'affitto da parte dei proprietari.

Il gruppo ha confermato che le voci riportate separatamente erano pari a 61,8 milioni di streline, in aumento da 13,5 milioni di sterline, ma questo era in gran parte dovuto ai costi di ristrutturazione. Le vendite all'inizio del nuovo esercizio finanziario sono contenute e ciò è stato attribuito alle interruzioni causate dalla riorganizzazione dell'attività.

I dettaglianti della fascia alta stanno attraversando un periodo difficile, poiché i maggiori tassi di attività e il costo del personale stanno assorbendo margini. I redditi disponibili del consumatore sono sotto pressione a causa dell'inflazione relativamente elevata. A gennaio, la società ha confermato che le vendite nel Regno Unito per un simile periodo del''anno precedente delle 11 settimane fino a metà gennaio sono diminuite del 3,6%. Nel mese di aprile, l'azienda ha annunciato che le vendite a tre mesi a condizioni omogenee sono diminuite del 10,5%. L'ambiente del commercio al dettaglio è fragile al momento, e anche Topps Tiles, che è anche collegata al mercato immobiliare, sta vivendo un periodo difficile.

La buona notizia è che l'accordo volontario nazionale ha dato alla compagnia uno spazio respiratorio tanto necessario. All'inizio di questo mese, l'azienda ha raccolto 60 milioni di sterline in capitale tramite un'emissione azionaria, e aveva un tasso di copertura del 92,1%, il che indica quanto siano ottimisti gli azionisti.

Ora che il bilancio è stato rinforzato, gli investitori terranno d'occhio i progressi del turnaround dell'azienda. Carpetright ha una lunga ripresa davanti a sé e, dato il sostegno che ha dagli azionisti, le possibilità di un rimbalzo sono buone.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 26/06/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.