La Grecia potrebbe tornare a preoccupare i mercati: Per il Fondo Monetario Internazionale il paese ellenico rischia nuovamente di uscire dell'area euro visto lo stallo delle trattative con i creditori internazionali. L'Fmi inoltre non intende partecipare al piano di salvataggio finchè le controparti non si accorderanno su un percorso di profonda ristrutturazione economica di Atene e su un sostanziale alleggerimento del debito.. Sul fronte della politica monetaria ieri il governatore della Banca di Francia, Francois Villeroy de Galhau, si è schierato in difesa dell'euro e a favore di una permanenza di Parigi nell'Ue, mentre il numero uno della Bundesbank ha risposto duramente alle accuse dell'amministrazione Trump. Durante un discorso a Mainz, il presidente della Buba Jens Weidmann ha definito "piú che assurde" le critiche degli Stati Uniti, puntualizzando che Berlino non sfrutta i suoi partner commerciali e che gli stessi Usa hanno beneficiato di un biglietto verde debole per quasi un decennio. "Il piú recente apprezzamento del dollaro è dovuto a dichiarazioni politiche del nuovo Governo americano", ha puntualizzato il banchiere. Nel frattempo il dollaro ha recuperato terreno in scia a un calo superiore alle attese del deficit commerciale degli Usa, ma soprattutto alle parole del presidente della Federal Reserve di Filadelfia e membro votante del Fomc, Patrick Harker, secondo il quale un rialzo dei tassi di interesse è ancora sul tavolo della riunione di marzo. Inoltre il banchiere ha ribadito di aspettarsi tre mosse da parte della Fed nel 2017. La borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,5% a 19.007 punti, mentre alle 8 ora italiana la borsa di Hong Kong guadagnava lo 0,6% e quella di Shanghai lo 0,4%.La Banca centrale cinese ha svalutato lo yuan dello 0,4% nei confronti del dollaro, mentre nel 2016 il surplus delle partite correnti del Giappone ha toccato i massimi dal 2007. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.