Come auspicabile, ma soprattutto come prevedibile, la Federal Reserve ha lasciato invariato il livello dei tassi di interesse negli Stati Uniti e ha rivisto al ribasso le previsioni sul numero di rialzi nei prossimi anni, segnalando che il rallentamento della crescita economica e la bassa inflazione stanno pesando sulle valutazioni dell'Istituto. La mossa rappresenta un'inversione di rotta rispetto a due settimane fa, quando alcuni funzionari della Fed, tra cui il presidente Janet Yellen, avevano fatto trapelare la possibilita' di rialzo dei tassi a giugno o a luglio. Questa volta Yellen ha invece sottolineato l'incertezza in merito alle prossime azioni di politica monetaria. "Non posso specificare le tempistiche" su quando i tassi saranno alzati, ha spiegato durante la conferenza stampa successiva al meeting. Per cui perdurano i contrasti in seno al direttivo Fed tra i falchi che vorrebbero una normalizzazione della politica monetaria con l’innalzamento dei tassi secondo quanto concordato a fine 2015 e le colombe che invece premono per uno status quo. Sono però entrambi d’accordo sul fatto che ci deve essere chiarezza sulle mosse future da prendere, che al momento sembra latitare. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.