Continua a immettere liquidità la Banca centrale della Cina che ha iniettato ulteriore liquidità nel sistema finanziario nel tentativo di calmare i mercati innervositi dal movimento inaspettato registrato ieri dopo l'operazione mirata a far fronte alla bolla creatasi sul mercato dei bond. La PBoC ha dunque offerto 80 mld yuan (circa 12,01 mld usd) attraverso contratti di pronti contro termine a 14 giorni, che sono di fatto dei prestiti alle banche commerciali. Nel frattempo, negli Stati Uniti, il Dipartimento del Tesoro ha criticato la Commissione europea affinche' l'istituzione non colpisca Apple chiedendo di versare tasse arretrate. Nel cosiddetto White Paper, il dipartimento ha sostenuto che Bruxelles sta diventando una "autorità sovranazionale fiscale" che mette a rischio gli accordi globali in materia di diritto tributario. Sul fronte dei dati macro, per quanto riguarda gli Usa, "due dati importanti: oggi alle 14h30 gli ordini di beni durevoli a luglio e domani, ancora alle 14h30, la seconda lettura del pil nel secondo trimestre, per cui sono attese revisioni al rialzo". Nella seduta odierna sono poi previste le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, sempre relative agli Usa e sempre alle 14h30, e per l'Europa l'Ifo tedesco ad agosto (10h00).