Le drastiche vendite delle azioni  tecnologiche statunitensi hanno sorpreso molti operatori la scorsa notte. Il Nasdaq ha perso l'1,27%, mentre lo S&P è rimasto piatto e il Dow è salito dello 0,44%.

La divergenza nelle loro performance potrebbe essere dovuta al nuovo dibattito alSenato americano sul taglio delle imposte societarie, Senato che ha suggerito di ridurre l'aliquota dell'imposta sulle società al 22% anziché al 20% nel tentativo di raggiungere un accordo senza violare i limiti di deficit. Secondo Bloomberg, l'aliquota d'imposta effettiva media per le società tecnologiche statunitensi è pari a circa il 18,5%, che è già inferiore all'obiettivo del 20% di riduzione delle imposte sulle società proposto. Se la nuova proposta del 22% venisse approvata, queste società beneficeranno ancora meno della riforma.

I giganti della tecnologia - Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google altrimenti detti “FAANG” – hanno subito un calo rispettivamente del 4%, 2,7%, 2%, 5.5% e del 2.4%. Il gigante cinese dell'e-commerce Alibaba ha perso il 3,6%. Anche le prese di profitto potrebbero essere una delle ragioni principali e, se è così, è probabile che questa correzione sia temporanea.

Oggi la debolezza potrebbe colpire il mercato azionario asiatico, con in primo piano le principali società tecnologiche asiatiche - Tencent (700 HK) e Samsung. Il recente lancio di missili da parte della Corea del Nord probabilmente peserà sul sentiment del mercato in Giappone e Corea del Sud, anche se i tradizionali beni rifugio come l'oro e lo yen giapponese scambiano entrambi al ribasso nel corso della nottata.

A Singapore, l'indice Straits Times dovrebbe consolidare intorno ai 3.430 punti questa settimana, in quanto che il rialzo è limitato dalle crescenti incertezze geopolitiche e dalle scarse prestazioni nei mercati regionali. Il ribasso, tuttavia, è attenuato dalla valutazione relativamente bassa e dal miglioramento delle prospettive economiche.

Analisi tecnica:

 

  • La media mobile a 10 giorni è scesa verso il basso, suggerendo una correzione temporanea
  • SuperTrend (10,3) rimane verde, quindi il trend al rialzo a medio termine rimane intatto
  • Il MACD ha formato un crossover ribassista

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 30/11/2017


---------------------------------------------------------------------------------
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.