Come da attese, secondo incremento dei tassi in 10 anni: La Banca centrale statunitense ha alzato il costo del denaro della prima economia. La stretta, di 25 punti base, porta il tasso sui Fed Funds nel range 0,5-0,75 per cento. La decisione era attesa ed è stata presa all'unanimità., piuttosto è il prevedere un piano di rialzo dei tassi più aggressivo nel 2017 (tre rialzi contro i due previsti a fine settembre) che in qualche modo sorprende. Alla fine dell'anno prossimo il costo del denaro negli Stati Uniti dovrebbe quindi attestarsi all'1,50%. La Fed ha poi rivisto lievemente al rialzo le stime sulla crescita del pil degli Stati Uniti, ora attesa all'1,9% quest'anno, al 2,1% nel 2017, al 2% nel 2018 e all'1,9% nel 2019. Migliorano anche le stime sul tasso d'inflazione nel 2016, ora visto all'1,5% (1,3% secondo i dati di giugno), mentre restano invariate quelle per gli anni successivi: 1,9% per il 2017 e 2% per i due anni successivi. Rispetto alle proiezioni di settembre, infine, il tasso di disoccupazione stimato scende dal 4,8 al 4,7% nel 2016 e dal 4,6 al 4,5% nel 2017, mentre è stata confermata la stima di un tasso di disoccupazione al 4,5% per il 2018 Dopo l'avvio delle contrattazioni in Europa riflettori puntati sulla Swiss National Bank (tasso benchmark atteso stabile al -0,75%), mentre in corrispondenza del prenzo sarà la volta della Bank of England a decidere sui tassi di interesse: gli analisti stimano un conferma del costo del denaro al minimo storico dello 0,25%. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.