Mentre i mercati europei hanno chiuso in ribasso per la terza settimana consecutiva venerdì scorso, i mercati statunitensi hanno continuato a divergere con la chiusura settimanale che registra un nuovo massimo di periodo da Gennaio 2018.Questa settimana si attende l’evoluzione sui negoziati commerciali Cina / USA, che dovrebbero iniziare mercoledì e potrebbero rappresentare il punto di partenza per un altro incontro tra il presidente Trump e il presidente Xi il prossimo Novembre.

Il downgrade della Turchia di venerdì da parte di S & P e Moody's spinge il rating ancora più in basso rispetto il livello spazzatura, ma la valutazione era in gran parte attesa dai mercati. Un tale downgrade, però, potrebbe affossare anche la valutazione di rischio sulle banche turche, che stanno già lottando con le misure adottate dalle autorità turche per sostenere la lira. Rendendo la valuta più difficile da negoziare e limitando la capacità delle banche sia interne che estere di coprire la propria esposizione valutaria, il calo della valuta potrebbe riprendere il suo ritmo nei prossimi giorni, dopo il rimbalzo tardivo della scorsa settimana.

L'attenzione principale di questa settimana, a parte l'inizio dell'ultimo round dei colloqui Cina / USA, sarà sulle minute della Fed, ma soprattutto sull'inizio del simposio annuale delle banche centrali a Jackson Hole nel Wyoming.