Stamattina è stato un inizio tranquillo per i mercati europei, dopo una sessione incerta per i mercati asiatici, dato che gli investitori stanno facendo il punto sulla situazione dopo i recenti rialzi.

L'attenzione si è concentrata sul discorso del premier cinese Li Keqiang che ha tratteggiato una valutazione piuttosto negativa dell'economia cinese per il 2019. Il declassamento dell'obiettivo del PIL per il 2019 tra il 6% e il 6,5% non dovrebbe rappresentare una grossa sorpresa dato il lento inizio dell'anno, tuttavia il tono generale è stato ancora più negativo del previsto. Mentre i tagli IVA annunciati ieri sono stati generalmente ben accolti, il tono del Premier Li ha avuto l'effetto di ancorare le aspettative verso il basso, dato che ha messo in guardia contro l'aspettativa di misure di stimolo su larga scala.

Ashtead Group, la società britannica che noleggia attrezzature per l'edilizia e l'industria e che è molto esposta verso gli Stati Uniti,  ha visto un forte rimbalzo del prezzo delle sue azioni da quando ha toccato il minimo del 2018 proprio alla fine dell'anno. Gran parte di questo recupero può essere attribuito al forte rimbalzo nei mercati statunitensi, in seguito all'ammorbidimento dei toni da parte della Federal Reserve all'inizio di gennaio. La sua attività negli Stati Uniti contribuisce a gran parte dei suoi ricavi complessivi e  la società ha registrato un primo semestre positivo grazie a una forte performance nell'economia statunitense. L'aggiornamento del terzo trimestre di questa mattina è stato più o meno in linea con le attese con i risultati per l'intero anno in linea con la precedente guidance, dato i ricavi del terzo trimestre sono stati di 1,14 miliardi di sterline e profitti di 254,3 milioni di sterline, in aumento del 18% dall'inizio dell'anno.

Il management ha affermato che le spese in conto capitale per l'intero anno raggiungeranno la parte superiore della guidance e sembra che parte di questi aspettativa si sia già riflessa nei prezzi, dato che ci sono state delle prese di profitto sul titolo, in particolare perchè l'economia statunitense rischia di rallentare ulteriormente nel quarto trimestre e il prezzo delle azioni sta avvicinandosi ad una resistenza in corrispondenza della sua media mobile a lungo termine di 200 giorni.

Per quanto riguarda il mercato assicurativo del Regno Unito, i numeri annuali di questa settimana di Direct Line sono stati contrastanti con utili operativi in calo dell'8,1% e premi complessivi in calo da 3,93 a 3,21 miliardi di sterline, anche se questo calo è stato attribuito allo scioglimento di due partnership con Sainsbury e Nationwide. La società ha inoltre annunciato un dividendo straordinario di 8,3 pence e un dividendo finale di 14 pence per azione.

GVC Holdings, società che controlla  Ladbrokes e Corals, ha annunciato dati proforma non revisionati per l'intero anno in linea con le aspettative. Avendo completato l'integrazione dell'acquisizione e della joint venture di Ladbrokes Coral negli Stati Uniti con MGM Resorts un anno fa, le comparazioni sono sempre difficili, ma una presentazione dei risultati come se la joint venture fosse stata operativa nel 2017 prima dell'integrazione, è riuscita a fornire una migliore idea della direzione intrapresa. Su queste basi i numeri sembrano solidi, con un aumento delle entrate complessivo del 9% e un aumento dell'utile lordo del 7%. Le vendite al dettaglio nel Regno Unito sono state complicate con ricavi in calo del 3% in quanto la società si prepara per le modifiche alle sue attività di terminali di scommesse con la nuova legislazione sulla puntata massima, che comporterà un numero significativo di chiusure di negozi.Tra gli aspetti positivi, l'abrogazione negli Stati Uniti del Professional and Amateur Sports Protection Act ha aperto il potenziale per l'enorme mercato statunitense di scommesse sportive online, in collaborazione con MGM Resorts. Questo recente sviluppo potrebbe offrire il potenziale per future opportunità di guadagno in altri stati degli Stati Uniti nei prossimi tre-cinque anni, che potrebbero  più che compensare eventuali effetti negativi dell'aumento della regolamentazione nei mercati del Regno Unito.

I mercati statunitensi sono scivolati ieri, con lo S&P 500 che non è riuscito a sostenere una rottura al di sopra del livello di 2.800, dal momento che gli investitori hanno realizzato delle prese di profitto.

È probabile che le azioni Salesforce siano al centro dell'attenzione dopo aver pubblicato i loro ultimi risultati dopo la campanella di chiusura. Le azioni erano già in declino prima della pubblicazione dei numeri dopo la campana e la debole guidance per il primo trimestre ha comportato ulteriori perdite negli scambi dopo la chiusura del mercato. Mentre i numeri del quarto trimestre sono stati molto migliori del previsto, è stata la revisione al ribasso delle entrate del primo trimestre che sembra aver scatenato ulteriori vendite. Avendo visto le azioni spingersi ai massimi storici nelle ultime settimane, probabilmente non è una sorpresa vedere una certa debolezza.

Ci si aspetta che anche il rivenditore statunitense Target sia sottoposto a a grandi attenzioni in scia ai buoni risultati recentemente pubblicati da Walmart e Amazon. Si prevede che i numeri per il quarto trimestre mostrino vendite per  22,9 miliardi di dollari  e e utili per azione a 1.53 $. La catena di rivenditori al dettaglio ha avuto un terzo trimestre deludente, anche se i suoi numeri di vendita per il Ringraziamento e il periodo natalizio sono stati piuttosto solidi, nonostante lo shock delle recenti vendite al dettaglio negli Stati Uniti di dicembre che hanno visto un calo dell'1%. È probabile che gli investitori siano più interessati alla guidance della società in seguito allo shutdown del governo statunitense, che potrebbe aver ridotto la spesa dei consumatori nella prima parte dell'anno. Qualsiasi delusione riguardante la guidance potrebbe comportare una certa pressione per il prezzo dell'azione.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 05/03/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance