Inizio turbolento di anno per le borse internazionali, scosse dalle tensioni che si sono venute a creare tra Iran e Arabia Saudita in seguito all’esecuzione dell’ Imam sciita Nimr al-Nimr ad opera delle autorità saudite (di ispirazione sunnita). A seguito di questa esecuzione è arrivata pronta la condanna da parte del governo e delle autorità religiose di Teheran a cui è seguito anche un assalto all’ambasciata saudita in Iran. Gli investitori internazionali si sono messi sulla difensiva e hanno aumentato la loro esposizione sui tipici beni rifugio (Yen, oro e franco svizzero). Come logico che fosse si è assistito anche ad un rimbalzo delle quotazioni petrolifere che al momento è stato riassorbito. Partenza in profondo rosso per i mercati asiatici, con l'indice cinese che ha visto le sue quotazioni sospese dopo aver fatto segnare un -7%. A pesare negativamente è stato l'indice Pmi manifatturiero Caixin, che ha fatto segnare un dato al di sotto delle attese solo in parte bilanciato dal dato positivo relativo al settore servizi. Male anche Tokyo che perde oltre il 3% zavorrata dal rimbalzo dello Yen. Sul fronte corporate da segnalare la seconda Ipo di Ferrari sul mercato italiano che segue quella di novembre avvenuta a Wall Street. Di fatto Ferrari uscirà dal controllo di Fca per diventare controllata dalla holding Exor e da Piero Ferrari, garantendo a Fca un importante flusso di denaro che servirà in parte a ridurre il debito e in parte darà liquidità disponibile per nuovi investimenti, in attesa di una possibile fusione. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.