Una settimana alla scadenza del primo marzo in Cina, deadline per le nuove tariffe USA e non sembriamo essere più vicini a scoprire se sarà esteso. Questo tuttavia sembra essere il risultato più probabile dato alcuni dei segnali provenienti dalle recenti discussioni, così come tutte le chiacchiere su vari memorandum.

È stato riferito che il presidente Trump incontrerà Liu He, il principale negoziatore commerciale cinese, più tardi oggi per valutare i progressi sui colloqui in corso, che potrebbero suggerire che la scadenza della prossima settimana potrebbe essere rimandata. Si tratta di una possibilità che il presidente Trump ha indicato potrebbe realizzarsi considerando i suoi recenti commenti sul fatto che la data non sia stata scolpita sulla pietra.

I mercati in Europa si sono aperti stamattina con il CAC40 e il DAX tedesco ancora a distanza ravvicinata dai loro massimi degli ultimi mesi, mentre le performance del FTSE100 sono state deludenti.

L’emoraggia in termini di perdite di posti di lavoro sembra destinato a continuare nel settore bancario europeo questa mattina dopo che la banca francese Société Générale ha annunciato che sta tagliando migliaia di posti di lavoro nella sua divisione di investment banking dopo aver riportato di recente una deludente nell'ultimo trimestre. Si dice anche che stiano prendendo in considerazione la possibilità di separare il business azionario attraverso qualche forma di joint venture, mentre le banche di tutta Europa combattono per controllare i costi mentre aumentano gli oneri normativi e le pressioni di supervisione.

Per quanto riguarda le notizie aziendali,  Merlin Entertainment, società proprietaria di Legoland e Merlin Entertainment, ha venduto le sue stazioni sciistiche australiane per 95 milioni di sterline a Vail Resorts con sede negli Stati Uniti, mentre sembra espandersi nei mercati asiatici, mentre la società casearia britannica Dairy Crest ha accettato un'acquisizione a 620 pence per azione da parte del Canada Saputo Dairy.

All'inizio di questa settimana la casa editrice Pearson ha annunciato la vendita del suo business di corsi K12 negli Stati Uniti a Nexus per 250 milioni di dollari. K12 fornisce  il materiale didattico per i corsi per gli studenti dalla scuola materna alla dodicesima classe, ma l'azienda vuole concentrare i propri sforzi sulla scuola virtuale e l'istruzione superiore. I numeri di oggi di tutto l'anno mostrano che il business negli Stati Uniti continua a essere difficile, con ricavi in calo dell'1%, che a loro volta hanno contribuito a un calo complessivo delle vendite del 9%. I profitti sono saliti a 553 milioni di sterline, anche se questo è dovuto in gran parte alle dismissioni di Wall Street English e alla partnership online in Messico, UTEL, mentre la società è riuscita a ridurre il debito a  143 milioni di pound da 432 milioni dell'anno scorso. Per il 2019 la compagnia ha dichiarato di aspettarsi un aumento dei profitti intorno ai 600 milioni di sterline.

Dopo una sessione deludente, ieri i mercati statunitensi sembrano destinati a un modesto rimbalzo all'apertura, con l'attenzione probabilmente sulle ultime notizie di un'enorme svalutazione e perdita per Kraft-Heinz, dopo ver riportato gli ultimi risultati dopo la campana.

Ci si aspetta che le azioni scendano bruscamente nelle prime fasi di contrattazione dopo che la società ha annunciato un'enorme perdita di 12,6 miliardi di dollari, tagliato i dividendi e ha annunciato che è stata citata in giudizio dalla SEC per irregolarità contabili.

Sul fronte degli utili vedremo gli ultimi risultati da Dropbox che fornisce servizi di archiviazione dati su cloud. Quando la società aveva lanciato l'IPO meno di un anno fa c'era un certo scetticismo in merito alla sua valutazione di  7 miliardi di dollari per un prezzo di 17 dollari. All'indomani del lancio, le azioni hanno raggiunto un massimo di oltre  42,50 dollari  mettendo da parte tali preoccupazioni, tuttavia le azioni si sono dimezzate da quei massimi, sebbene non siano scese al di sotto della loro valutazione iniziale di quotazione. Anche tenendo conto della discesa delle azioni, la società rimane vulnerabile in un settore cloud estremamente competitivo, dove deve competere con Amazon, i servizi cloud Apple e Microsoft per citarne alcuni. Ciò significa che in termini di prezzi è vulnerabile a perdere la sua capacità di dettare i prezzi in favore dei suoi rivali più grandi che potrebbero scegliere di spremere i margini sfruttando le loro economie di scala. A novembre, la società ha sorpreso battendo le aspettative per entrate e profitti e ci si aspetta che continui nel quarto trimestre con utili per azione di 0 08 dollari.

Sul fronte dei dati economici c'è poco in arrivo dagli USA, tuttavia il Canada pubblicherà i suoi ultimi numeri di vendita al dettaglio per dicembre, che non dovrebbero mostrare un miglioramento significativo sui numeri di novembre deludenti. Nonostante l'ottimismo per il fatto che l'economia canadese sia in discreta forma, si teme che i recenti aumenti dei tassi abbiano iniziato a influire sul valore dei prezzi delle abitazioni e sulla spesa dei consumatori. Si prevede che le vendite al dettaglio di dicembre rafforzeranno queste preoccupazioni con un calo dello 0,3%, ancora un miglioramento rispetto allo 0,9% di novembre, ma rischiano di dare credito alla percezione che il consumatore che stia faticando per l'effetto combinato dell'aumento dei tassi di interesse e della debole crescita dei salari.

Siamo in attese di ulteriori indizi da parte di un certo numero di esponenti della Fed su come percepiscono l'evoluzione dell'economia americana, a poche settimane dall'ultima riunione della Fed. Avremo aggiornamenti dal vice presidente della Fed Richard Clarida e dal nuovo capo della Fed di New York John Williams, con interventi anche del presidente della Fed di St. Louis James Bullard e del governatore della Fed Randall Quarles

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 22/02/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance