I mercati azionari in Europa sono in rialzo in quanto la sduta positiva in Asia durante la notte ha contagiato il sentiment europeo. I prezzi degli immobili più stabili in Cina, uniti al costante ottimismo che circonda i colloqui commerciali tra Cina e Stati Uniti hanno fatto salire le azioni cinesi.

Il sentiment rialzista si è esteso all'Europa e il FTSE 100 sta registrando modesti guadagni, mentre DAX e CAC 40 hanno collezionato nuovi massimi da sei mesi.

Le azioni di JD Sports sono in rialzo dopo che la società ha registrato un aumento del 26,8% dei guadagni annuali a  488,4 milioni sterline, un livello record e le entrate sono aumentate del 49,2% a 4,71 miliardi di pound. Il gruppo ha confermato che le vendite totali anno su anno sono aumentate di oltre il 6%. La divisione moda sportiva rappresenta quasi l'87% delle entrate del gruppo e la divisione ha registrato un margine lordo del 49,2% e l'unità "outdoor" rappresenta oltre il 13% delle vendite, con un margine lordo del 43,5%. Il dividendo è stato aumentato a 1,44 pence da 1,37 e anche se non si tratta di un enorme pay-out, almeno è in aumento. L'azienda è la miglior performer del settore retail e ieri il titolo ha raggiunto un altro record.

Le azioni di Galliford Try sono scese bruscamente stamattina dopo che la società ha emesso un profit warning. La società prevede che i guadagni per l'intero anno saranno inferiori di una misura compresa tra i 30 milioni e i 40 milioni di sterline rispetto alle previsioni precedenti. Galliford sta conducendo una restrutturazione del business e intende ridurre le dimensioni dell'unità di costruzione e concentrarsi sui loro "punti di forza" e dedicare risorse ad aree che hanno un buon un track record in termini  di redditività.

Hays ha annunciato una solida serie di dati del terzo trimestre, in quanto le commissioni nette per i tre mesi sono aumentate del 6% su base annua. La Germania è il mercato più grande del gruppo e la divisione è stata la migliore in assoluto, poiché le commissioni nette anno su anno sono aumentate del 6%, mentre l'unità del Regno Unito e dell'Irlanda, insieme con l'Australia e la Nuova Zelanda hanno registrato un aumento del 3% delle entrate anno su anno.

La coppia GBP/USD ha avuto una muta reazione ai solidi dati di lavoro dal Regno Unito oggi. La disoccupazione si è mantenuta stabile al 3,9%, soddisfacendo le previsioni e i salari esclusi i bonus mediamente sono cresciuti del 3,4%, soddisfacendo le aspettative e la relazione di gennaio è stata rivista al 3,5%. Le cifre di oggi sono un'ulteriore prova del fatto che il mercato del lavoro nel Regno Unito è in buona salute.

La coppia EUR/USD è leggermente in rosso questa mattina, ma ora è piatto dopo che il rapporto tedesco ZEW è salito a 3.1 in aprile - un massimo a 13 mesi.

Netflix sarà al centro dell'attenzione oggi perché la società di streaming pubblicherà i risultati del primo trimestre dopo la campana di chiusura. L'azienda è ancora il player dominante nel suo settore, nonostante il nuovo servizio di streaming di Apple, mentre  Disney lancerà il proprio servizio verso la fine dell'anno. Come sempre, i trader terranno d'occhio il nuovo numero di abbonati, in particolare il tasso di crescita al di fuori del Nord America.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 16/04/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.