Saranno gli indici PMI di marzo della zona euro a dare inizio al secondo trimestre dell’anno. Per contro negli Usa in chiusura di settimana attenzione rivolta ai dati del mercato del lavoro, fondamentali per corroborare la “nuova” politica restrittiva della Fed. Le attese sono entrambe positive. C’è poi cautela per l’incontro del 6-7 aprile tra il presidente Usa Donald Trump e il premier cinese Xi Jinping. Tra gli argomenti oggetto del meeting la minaccia nucleare rappresentata dalla Corea del Nord che gli Usa sono disposti anche ad affrontare “totalmente” in maniera unilaterale se la Cina non collabora per fare pressione sul Paese. Il dollaro si è indebolito dopo che il presidente della Fed di New York William Dudley ha detto che non c'è fretta di alzare i tassi di interesse, per via delle diminuite possibilità che Trump riesca a portare a buon fine i tagli fiscali promessi al Congresso. Si parla in Giappone di un prossimo cambiamento della politica monetaria: il mercato del lavoro si sta dirigendo verso la piena occupazione e i salari hanno iniziato ad incrementare. In queste circostanze, diventa automatico assistere a un incremento dell'inflazione, motivo per cui è possibile che la BoJ possa ridimensionare i propri sforzi in questo senso. Il prezzo del petrolio è stabile: sui mercati asiatici il Wti è quotato a 50,53 dollari e il Brent a 53,41 dollari al barile. Per quanto riguarda i cambi, in apertura sui mercati europei l'euro/dollaro quota 1,0677 dollari, in leggero rialzo rispetto agli 1,0655 di venerdì. Fonte: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/04/2017 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.