Difficile non essere ripetitivi in questi giorni analizzando i mercati europei, il trend in atto è purtroppo chiaro e ormai i principali indici mondiali stanno andando a ritestare i minimi toccati in agosto. Il rimbalzo di ieri, generato dal dato positivo sulla crescita annua del pil cinese si è rivelato estemporaneo e sul grafico rappresenta solo un pull back del trend che è iniziato dalla fine di dicembre. L’indice italiano è particolarmente sotto pressione, con una perdita giornaliera del 4.8% che riporta l’indice a livelli che non si vedevano da più di un anno. Pesentissime le perdite per MPS e Carige, rispettivamente lasciano sul campo il 22 e il 18%, ma tutto il comparto bancario è sotto pressione. Sono arrivate smentite di un possibile interesse per MPS da parte di Intesa Sanpaolo da parte del Ceo Carlo Messina in un'intervista dal forum di Davos e Poste Italiane ha smentito un coinvolgimento per un eventuale piano di salvataggio. Al momento non sembrano esserci problemi di liquidità per l'istituto senese, ma il titolo è particolarmente colpito dallo stallo nelle trattative tra governo italiano e Ue sulla Bad Bank, anche perchè il piano industriale di MPS prevede la cessione entro il 2018 di 5.5 miliardi di sofferenze dopo averne vendute 2 nel corso del 2015. A nulla sono serviti il divieto di vendite allo scoperto imposto da Consob e le rassicurazioni provenienti da Francoforte riguardo alla lettera inviata alcuni giorni fa ad alcuni istituti di credito. In una giornata in cui il petrolio aggiorna i propri minimi, una buona notizia arriva dal Regno Unito, dove la disoccupazione è scesa al 5.1% su base annua --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.