Nella notte indice Nikkei in negativo nonostante i buoni dato macro che sono stati pubblicati dal Ministero degli Affari Interni e delle comunicazioni. A pesare sul listino giapponese è stato da una parte il ritracciamento del Nasdaq, che ha perso alcuni punti dopo aver aggiornato i nuovi massimi storici, e dall’altra le dimissioni del ministro della difesa Tomomi Inada, coinvolto in uno scandalo per presunti favoritismi. Tornando ai dati macro pubblicati nella notte, si è evidenziata una crescita del tasso d’inflazione core dello 0.4% su base annua, ancora lontano dal target prefissato del 2%. Ricordiamo come l’inflazione core misuri il tasso d’inflazione su un paniere più ristretto rispetto all’indice dei prezzi al consumo, dal momento che vengono esclusi i prodotti energetici e il cibo, cioè le componenti più volatili. In rialzo anche la spesa dei consumatori giapponesi che è aumentata del 2.3% (meglio di quanto atteso dagli economisti) e il tasso di disoccupazione è sceso dal 3.1% al 2.8%.

Sul fronte valutario abbiamo assistito ieri ad un leggero recupero del dollaro americano che ha ripreso respiro dopo alcuni dati macroeconomici positivi che hanno battuto le attese degli economisti, con gli ordini durevoli che sono aumentati del 6.5%.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 28/07/2017

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.