I mercati europei hanno aperto modestamente in rialzo in vista dei dati sui non farm payroll di oggi pomeriggio.

La reazione del mercato di questa settimana alla conferenza stampa piuttosto accomodante del presidente della Fed Jay Powell sembra suggerire che gli investitori non sono stati posizionati in modo tale da riflettere ciò che essi percepiscono in merito al FOMC potrebbe dire su un futuro percorso dei tassi.

La reazione ai commenti di Powell suggerisce che i mercati potrebbero essere stati esposti a troppo rumore di fondo in merito a tagli dei tassi, come sostenuto dal consigliere economico del presidente Trump Larry Kudlow, così come dallo stesso presidente Trump.

La realtà è che guardando i dati l'idea che i tassi potrebbero essere tagliati entro la fine dell'anno è chiaramente troppo sopravvalutata e Powell ha semplicemente ricordato agli investitori questo fatto. Le cifre sulle buste paga di oggi daranno un ulteriore indirizzo, ma l'idea che si possa iniziare a praticare un taglio di 50 punti base quando i libri paga ADP mostrano un aumento di 275 mila unità su base mensile e gli stipendi aumentano di oltre il 3%, è chiaramente assurda.

Sul fronte degli utili HSBC ha rafforzato la sua posizione di banca più grande e redditizia del Regno Unito, dopo aver riportato che i profitti trimestrali sono saliti del 31% a 4,9 miliardi di dollari, con ricavi in crescita del 5,2% a 14,4 miliardi, da 12,7 miliardi di un anno fa. Le azioni sono salite all'inizio delle contrattazioni, tuttavia l'attenzione è destinata a rimanere sul taglio dei costi dopo che le spese operative totali sono aumentate del 3,2% e il margine d'interesse netto è sceso bruscamente all'1,59% dall'1,67%.

A questo proposito è forse una fortuna che HSBC abbia una presenza geografica così diversa da quella di Société Générale, i cui problemi continuano oggi, dopo aver riportato che i profitti sono diminuiti del 26% nel primo trimestre. Quest'anno la banca ha già avvertito che molti posti di lavoro sono destinati ad essere tagliati a causa delle scarse prestazioni nella divisione di trading e questi numeri sottolineano la debolezza. I ricavi sono stati pari a 6,2 miliardi di euro mentre gli utili sono diminuiti da 850 milioni a 631 milioni, poiché i tassi di interesse negativi e la bassa volatilità hanno influito sulla sua capacità di generare profitti.

L'incertezza nel settore degli immobili commerciali e del commercio al dettaglio ha visto Intu Properties emettere un profit warning a proposito del fatto che i ricavi da locazione probabilmente scenderanno tra il 4 e il 6%. Come le difficoltà affrontate da Debenhams e House of Fraser possono testimoniare, l'opzione di chiudere i negozi o cercare di negoziare affitti più bassi per bilanciare la diminuzione delle visite in negozio può essere problematico ed  è qualcosa di cui Intu sembra essersi accorto. Questo è un approccio ragionevole dato che negoziare affitti inferiori offre almeno la possibilità di ottenere un rendimento rispetto a un rendimento nullo se il punto vendita venisse completamente chiuso.

Le azioni di Intercontinental Hotels, società proprietaria di Holiday Inn, sono scivolate dopo aver riferito che i tassi di occupazione delle stanze sono diminuiti nel primo trimestre, in particolare nel centrale mercato statunitense. L'espansione in Cina è proseguita rapidamente, con l'espansione dei mercati asiatici, mentre i ricavi per stanza in Europa sono rimasti sotto pressione, con la Francia particolarmente colpita a causa dei disordini causati dalle proteste dei giubbotti gialli.

Il dollaro USA ha dato seguito ai suoi rialzi negli ultimi tre giorni in vista del dato sui non farm payroll di oggi pomeriggio e potrebbe tornare sui massimi della scorsa settimana, se la crescita delle retribuzioni rimanesse forte e ci fosse un buon dato generale. La sterlina è stabile dopo gli ultimi numeri sui servizi PMI per aprile, che dovrebbero riprendersi dal rallentamento osservato a marzo, quando hanno toccato  48,9 e i livelli più bassi dal referendum sulla Brexit di giugno 2016.

I mercati statunitensi sembrano destinati ad aprirsi leggermente in rialzo dopo che le azioni hanno subito un sell-off la scorsa notte, toccando un minimo di una settimana. Beyond Meat sarà al centro dell'attenzione dopo il suo debutto con l'IPO di ieri, salendo da 25 a 65,75 dollari dopo il primo giorno di contrattazione, ottenendo una capitalizzazione di  mercato di 3,8 miliardi. L'azienda, supportata dal fondatore di Microsoft Bill Gates e da Leonardo Di Caprio, è un produttore di hamburger vegani specializzato in prodotti alimentari a base di piante, utilizzando proteine di piselli, fave e soia e non ha ancora realizzato profitti. L'anno scorso la società ha registrato una perdita di 29,9 milioni di dollari su ricavi netti di 87,9 milioni.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/05/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.