Finalmente una bella impennata ieri per l’oro che, dopo un inizio di giornata con nuovi minimi per il mese di settembre, viene innervato dalla notizia delle 20 della prosecuzione degli aiuti all’economia da parte della Fed. Se la paventata riduzione di 10 miliardi che avrebbe dovuto segnare l’inizio del tapering, doveva portare una riduzione dell’inflazione e una minore necessità di beni rifugio, la conferma della politica monetaria potrebbe essere un aiuto per le quotazioni dell’oro che, al momento, soffre terribilmente nel mercato fisico la riduzione delle importazioni da parte di India e Cina che, ricordiamolo, rappresentano i maggiori importatori di oro. In India il fabbisogno si ridurrà del 11 % rispetto allo scorso anno fiscale. Goldman Sachs prevede per il metallo giallo oscillazioni scarse nel breve periodo e ulteriori ribassi nel 2014. La rottura al rialzo della media mobile a 100 periodi è confortante per la salita, ma chiusure oltre 1450 sono le benvenute per chi spera in un corposo rally. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.