La seduta delle borse europee prosegue positiva, nel giorno della riunione della Bce da cui i mercati si attendono una prolungamento dell'attuale programma di Qe oltre la scadenza del marzo 2017. Non è del tutto sicuro, ma probabile, secondo la stragrande maggioranza degli osservatori di mercato, che continuerà con l’importo di 80 miliardi di euro per sei mesi. Oppure deciderà di ridurre la somma a 60 miliardi e prolungare il Qe di nove mesi. Potrebbero essere ritoccati anche i parametri che si è autoimposta per ovviare alla prossima scarsità di titoli da comprare, soprattutto di Bund tedeschi. Se estendere il Qe di sei mesi sarà scontato, bisognerà evitare di dare ai mercati l’impressione della riduzione dell’acquisto dei titoli (il cosiddetto “tapering”). Non provengono buone notizie dal Giappone, dove Il Pil ha deluso le attese. La lettura del terzo trimestre è stata rivista al ribasso al +1,3% a/a rispetto al +2,2% del dato preliminare, con il consenso degli economisti che si aspettava invece un incremento al 2,4% a/a. Nel frattempo in Cina le esportazioni sono cresciute dello 0,1% a/a a novembre e le importazioni del 6,7% a/a, con il surplus commerciale che si è attestato a 44,61 mld usd rispetto ai 46,25 mld attesi dal consenso. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.