Il discorso di dimissioni di oggi del Primo Ministro Theresa May ha finalmente confermato tutte le speculazioni in merito alla tempistica della sua uscita, nel momento in cui ha annunciato che si dimetterà il 7 giugno, dopo le commemorazioni del D-Day e la visita ufficiale del Presidente Trump, mentre scende il sipario su quello che è stato un periodo turbolento di due anni, in scia alla perdita della maggioranza nel giugno 2017.

Mentre la sua resistenza non è stata messa in discussione, la sua competenza e i suoi limiti lo sono stati certamente. È anche vero che lei ha fatto del suo meglio per cercare di ottenere il miglior accordo possibile, anche se con una visione molto ristretta di ciò che pensava dovesse essere la Brexit.

Mentre stava lì, ammetendo  la sconfitta, ci sarebbe voluto qualcuno con un cuore di pietra per non sentirsi un po' dispiaciuto per lei.

Pur avendo a che fare con una mano pessima, ha aggiunto altri problemi commettendo gravi errori nel suo approccio quando è diventato chiaro che non aveva la maggioranza per il tipo di Brexit, che avrebbe potuto superare il voto parlamentare alla Camera dei Comuni, per non parlare dei suoi parlamentari , che hanno mostrato tutta la disciplina e la coesione di un gruppo di bambini al parco giochi in questi ultimi due anni.

Dicono che fare il manager di una squadra di calcio inglese sia un "lavoro impossibile", ma immagino che il leader del partito conservatore e il primo ministro britannico vengano di poco al secondo posto in questi periodi turbolenti.

Non essendo riuscita a raggiungere i parlamentari più moderati al di fuori del suo partito, avrebbe potuto andare oltre la panchina dei laburisti, che hanno mostrato scarso interesse nel rendere il suo lavoro più facile nel tentativo di ottenere un accordo sulla Brexit attraverso il parlamento.

In ogni caso, qualsiasi nuovo leader rischia di affrontare gli stessi equilibri parlamentari che hanno ostacolato la signora May, il che significa che la possibilità di una nuova elezione generale rimane una possibilità concreta.

L'ipotesi generale è che Boris Johnson otterrà il ticket per essere votato dal partito conservatore. Questo potrebbe non essere  un affare concluso come la gente presume, dato che Boris è piuttosto mal visto da alcuni parlamentari ancora all'interno del partito, e potrebbe scoprire che alcuni parlamentari cercheranno di bloccare i suoi tentativi di ottenere il biglietto.

Anche i partiti di opposizione tireranno fuori senza dubbio le loro richieste per una nuova elezione, anche se qualsiasi entusiasmo una sarà probabilmente mitigato dalla performance ottenuta dai partiti conservatore e laburista quando i risultati delle elezioni europee saranno annunciati domenica.

Un buon risultato per il partito Brexit potrebbe anche complicare le cose in termini di prospettiva, in quanto potrebbe spingere i leader europei a percepire che il Regno Unito è una causa persa e rafforzare l'opinione del presidente francese Macron secondo cui il Regno Unito dovrebbe essere lasciato andare a ottobre.

D'altra parte, un buon risultato dei Lib Dem potrebbe offrire ai leader dell'Unione Europea un raggio di sole sul fatto che che un'altra estensione potrebbe provocare un cambiamento o la possibilità di un altro voto.

Le prossime settimane dovrebbero offrire una panoramica sul fatto che il partito conservatore possa unirsi attorno a un nuovo leader, in particolare se quel leader fosse Boris Johnson. In ogni caso, ciò che non dovrebbe essere dimenticato in tutto questo, è che in assenza di un'altra elezione, o referendum, una Brexit "senza accordo" rimane ancora l'attuale posizione di default.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 24/05/2019

----------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.