La scorsa notte il mercato azionario statunitense è salito del 2% per un risultato elettorale che ha riconsegnato un congresso scisso. Il risultato è che i repubblicani mantengono il controllo sul senato mentre i democratici prendono il controllo della camera. Questo era in gran parte stato previsto e, quindi, ha rimosso gran parte delle incertezze politiche nel breve periodo. Il risultato è anche probabilmete anche quello di garantire l'equilibrio di potere nei prossimi 2 anni del mandato presidenziale di Trump, mettendo sotto l'indagine sul possibile collegamento tra la Russia e la campagna presidenziale del 2016 al centro dell'attenzione.

La formazione di una congestione al congresso potrebbe costringere l'amministrazione Trump a spingere l'attenzione verso politiche interne, come il taglio delle tasse e lo stimolo fiscale a causa delle crescenti preoccupazioni sul deficit di bilancio e sull'onere del debito. Le prospettive di un massiccio piano infrastrutturale e di ulteriori tagli fiscali devono essere adeguate per tenere conto della possibile resistenza dei Democratici all'approvazione dello stimolo economico. L'impatto sulla politica estera e sulle questioni commerciali, tuttavia, sarà probabilmente limitato dal momento che i democratici sono stati a lungo contrari alla politica esercitata nei confronti della Cina. Il summit dei leader USA-Cina nel vertice del G20 a fine mese è probabilmente il prossimo evento politico più importante per spostare i mercati.

Il dollaro USA scivola insieme ai titoli di stato, mentre le azioni sono salite in risposta al risultato elettorale. Il Dow Jones è salito per il settimo giorno consecutivo a 26.180, con la media mobile a 10 giorni e il SuperTrend (10,3) che hanno cambiato la loro direzione al rialzo. Ciò suggerisce che la sua direzione a breve termine è diventata positiva poiché le incertezze politiche a breve termine sono state risolte.

Il prezzo del Brent sta cercando di trovare un supporto intorno all'area 72.1, che è anche un livello di estensione di Fibonacci del 127.2%. Il rapporto sulle scorte del DoE di ieri ha mostrato un aumento per la settima settimana consecutiva e l'importo è aumentato più delle aspettative. Il dollaro USA più debole ha contribuito a sostenere questo effetto negativo

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 08/11/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.