Tesco ha pubblicato una serie positiva di risultati preliminari per l'intero anno. L'utile operativo del gruppo è salito del 34% a 2,21 miliardi di sterline, superando le previsioni di 2,07 miliardi di sterline e le vendite del gruppo sono aumentate dell'11,5% a 56,9 miliardi di sterline.

Il margine operativo dell'intero anno è stato pari al 3,45%, mentre il margine operativo della seconda metà escludendo Booker è stato del 3,79%, quindi è chiaro che la società ha registrato risultati migliori nella seconda metà dell'anno.

La catena di supermercati sta performando bene, ma alcune metriche non sono state all'altezza delle previsioni, poiché le vendite nel Regno Unito del quarto trimestre sono aumentate dell'1,7%, mentre gli analisti azionari prevedevano una crescita dell'1.8%. La posizione debitoria netta è aumentata del 9%, ma a causa dell'acquisizione di Booker.

Tesco ha perseverato con un duro piano di risanamento, e ora l'azienda ha raggiunto o sta per raggiungere la maggior parte degli obiettivi. Tesco ha avuto un buon inizio nella seconda metà dell'anno in cui il supermercato ha dichiarato che le vendite natalizie nel Regno Unito sono aumentate del 2,2% e le vendite anno su anno nel Regno Unito e in Irlanda, incluso Booker Group, sono aumentate dell'1,9%.

Le vendite di Natale in Gran Bretagna e dell'Irlanda sono aumentate del 2,6%, sia in termini di volume che di valore, il che è stato impressionante poiché suggerisce che il gruppo non ha fatto ricorso a sconti per attirare clienti. La bassa crescita delle vendite a una sola cifra potrebbe non essere molto, ma ha messo la catena ben al di sopra degli altri "big four". In aggiunta ai numeri di tutti rispetto, Tesco ha dichiarato di essere "fiduciosa" nelle sue prospettive, e che è "sulla buona strada" per realizzare i propri piani. È ovvio che il piano di risanamento di Dave Lewis sta dando i suoi frutti.

ASOS ha annunciato un calo dell'87% dell'utile prima delle imposte nel primo semestre, mentre i "progetti di trasformazione su larga scala" sono stati citati quale causa per il calo degli utili. La forte espansione del gruppo nell'Europa continentale e negli Stati Uniti è stata la ragione dell'oscillazione da una posizione di liquidità netta di 37,7 milioni di sterline a una posizione debitoria netta di 37,9 milioni di sterline.

Le vendite totali sono aumentate del 14% e le operazioni nel Regno Unito hanno registrato un aumento del 16% delle entrate, mentre le vendite internazionali sono aumentate del 12%. La casa di moda online ha riconosciuto che la performance del primo tempo è stata "deludente" mentre il gruppo è "fiducioso per un miglioramento delle prestazioni nella seconda metà". Il margine lordo è diminuito di 60 punti base negli ultimi di sei mesi a causa degli sconti, ma questo era già noto al mercato.

Dal lato positivo, il gruppo ha mantenuto la sua guidance per il 2019. ASOS ha pubblicato un profit warning a dicembre. Il gruppo ha affermato che le vendite da settembre a novembre sono aumentate del 14%, ma a novembre si è verificato un "significativo deterioramento". La società aveva previsto in precedenza una crescita delle vendite per l'intero anno del 20-25%, per poi ridurlo a solo il 15%.

I margini di profitto sono stati rivisti al 2% dal 4%. Nick Beighton, l'amministratore delegato, ha avvertito che il settore sta vedendo "livelli senza precedenti di sconto". Le aziende online hanno un importante vantaggio in termini di costi rispetto ai rivenditori al dettaglio tradizionali ed è preoccupante quando sono preoccupate per la spesa dei consumatori. A gennaio, ASOS ha dichiarato che il business ameticano ha zavorrato la performance del gruppo. Le vendite al dettaglio totali per il secondo trimestre sono aumentate dell'11%, ma la divisione USA ha registrato un calo del 3%, mentre le attività nel Regno Unito hanno registrato un aumento del 14%. ASOS ha confermato che la performance delle unità USA è al di sotto dei loro piani e ciò ha causato danni alla fiducia degli investitori.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 10/04/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.