Europa

I mercati azionari europei sono contrastati mentre si avvicinano alla chiusura e la politica resta al centro dei pensieri dei trader.

I partiti anti-establishment in Italia sono rimasti fedeli alla loro linea e sembrano propensi ad andare avanti per la loro strada alzando il deficit di bilancio, mentre attendono la reazione dell'UE. La continua pressione sui titoli di Stato italiani potrebbe innescare una grave crisi del debito, che potrebbe facilmente diffondersi in tutta l'area.

Il tempo stringe per Theresa May, poiché ha bisogno di convincere il suo gabinetto e poi la maggioranza della Camera dei Comuni per sostenere il suo progetto di accordo sull'uscita del Regno Unito dall'UE. A giudicare dalle indiscrezioni, c'è un atteggiamento critico diffuso verso la bozza e non sembra un affare di facile conclusione per Theresa May.

Flybe sta faticando da parecchio tempo e oggi la compagnia aerea ha annunciato che sta valutando la possibilità di vendere rami aziendali o addirittura di vendere la società nel suo insieme. L'utile e le entrate del primo semestre sono diminuiti rispettivamente del 54% e del 2,4%. A peggiorare le cose, la posizione debitoria netta è aumentata del 40%. Il flusso di cassa della società è diminuito e si dice che due compagnie che gestiscono carte di credito stanno prendendo in considerazione la richiesta di aumento della liquidità a garanzia delle transazioni, il che farebbe ancora più pressione sulla società. Il valore dell'azienda è diminuito del 75% da marzo, quindi il sentiment è chiaramente ribassista.

Le azioni di Workspace sono in rialzo oggi dopo che il fondo di investimento immobiliare (REIT) ha annunciato solide cifre del primo semestre. L'utile commerciale e gli affitti sono aumentati rispettivamente del 20% e del 17%. Le prospettive sono ottimistiche e il dividendo è stato aumentato del 20%. Gli spazi per unfficio ben posizionati di prorietà dell'azieda e i contratti flessibili si sono dimostrati popolari tra gli inquilini. L'azienda sta effettivamente beneficiando di Brexit, quindi i clienti che non vogliono sottoscrivere leasing più lunghi possono trovare delle soluzioni tramite Workspace. Il titolo è in ripresa da oltre due anni e, se il trend rialzista continuasse, potrebbe raggiungere area 1,100 pence.

British Land ha rivelato una serie deludente di dati per il primo semestre. Gli utili sono diminuiti del 14,6%. La società è troppo focalizzata sul settore delle vendite al dettaglio e ciò sta frenando la società. Approssimativamente, il 40% delle attività del REIT è nel settore della vendita al dettaglio e l'aumento dell'e-commerce ha intaccato il settore. Quest'anno si è rivelato turbolente per i centri commerciali e British Land ha perso 14 milioni di sterline in relazione a insolvenze e amministrazioni straordinarie. Il dividendo è stato confermato per ora, ma alla luce dell'andamento dei corsi azionari negli ultimi anni, potrebbe finire sotto la lente d'ingrandimento del mercato. Il prezzo delle azioni è in declino dal 2015 e, se il trend ribassista continuasse, potrebbe raggiungere l'area di 550 pence.

Stati Uniti

I principali indici statunitensi sono in rialto grazie a un lieve miglioramento del sentiment a Wall Street. La disputa commerciale USA-Cina è ancora in corso, ma gli investitori attendono con impazienza il vertice del G20 di fine mese quando i due capi di stato si siederanno e parleranno in Turchia.

A ottobre il tasso d'inflazione è salito al 2,5%, in linea con le previsioni, mentre il dato di settembre era al 2,3%. L'inflazione core è scesa al 2,1% dal 2,2%. L'ultima lettura è un'indicazione di gran lunga migliore per quanto riguarda le implicazioni per la domanda aggregata dei consumatori, poiché il tasso generale è distorto dai prezzi dell'energia, che da allora sono crollati.

Apple non sembra essere più la beniamina del settore tecnologico dopo che Guggenheim ha ridotto il rating a neutral. UBS ha tagliato il suo target di prezzo a 225 dollari, da 240. Gli investitori sono preoccupati che siamo in prossimità o abbiamo già superato il picco di vendite dell'iPhone.

Forex

La coppia GBP/USD ha visto molta volatilità oggi dato che Theresa May ha redatto una bozza di accordo su Brexit. Ci sono molte chiacchiere sul fatto che il Primo Ministro troverà difficile far approvare la bozza. Una fonte afferma che tre ministri del governo si dimetteranno oggi. È sempre la stessa vecchia storia per Brexit e fino a quando l'incertezza resta alta, la sterlina troverà difficile attirare gli acquirenti.

EUR/USD è in rialzo su base giornaliera e le cifre sulla crescita della zona euro hanno contribuito a stabilizzare l'euro. Nel terzo trimestre, il blocco valutario è cresciuto dello 0,2% - soddisfacendo le previsioni, ma vale la pena notare che se la regione è cresciuta dello 0,4%, l'economia tedesca si è contratta dello 0,2% nel terzo trimestre, e questo è preoccupante.

Materie Prime

L'oro continua a ballare attorno al livello di 1,200 dollari. La debolezza del dollaro non riesce a spingere il metallo prezioso in rialzo, il che è preoccupante dato il forte rapporto inverso tra i due asset negli ultimi mesi.

Il petrolio è tornato a salire oggi dopo che è stato riferito che l'OPEC sta valutando la possibilità di tagliare la produzione fino a 1,4 milioni di barili. La scorsa notte il WTI ha perso oltre il 7% e anche il Brent ha subito un forte sell-off, quindi non sorprende che le principali nazioni produttrici di petrolio stiano pensando di proporre una riduzione della produzione all'incontro del mese prossimo.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 14/11/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.