Il petrolio è sceso ai minimi delle ultime due settimane dopo che il Dipartimento dell’energia americana ha diffuso il dato relativo alle scorte di petrolio. Secondo il consensus era attesa una diminuzione nelle scorte di 1.1 milioni di barile, mentre è stato registrato un incremento di 2.27 milioni di barili. Prima della seduta odierna il petrolio stava facendo segnare il rialzo più alto dal mese di aprile sulla scia della diminuzione del surplus di offerta e sui rumors di un possibile accordo tra paesi produttori sull’output. Il Brent segna un significativo -3.32%, mentre il Wti scende sotto i 45 $ al barile con una perdita su base gionaliera del 3.14%. ------------------------------------------------------------------------------------------------ Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.