Il rimbalzo del prezzo del greggio delle ultime due sedute si è fermato grazie al ‘cessate il fuoco’ in Nigeria che potrà portare ad un incremento della produzione di petrolio. Nonostante la crescita del prezzo del greggio negli ultimi mesi sia stata molto forte (per trovare un rialzo simile bisogna tornare indietro fino al primo trimestre del 2009), la produzione record da parte dell’OPEC insieme al rallentamento dell’economia globale preoccupa i mercati che potrebbero assistere ad un nuovo periodo ribassista dell’oro nero. Graficamente il prezzo del greggio si sta muovendo all’interno dei due livelli chiave 45,5 dollari e 50 dollari. Se il greggio dovesse chiudere sotto i 45,5 dollari, il movimento ribassita potrebbe continuare fino al prossimo target posto a 43 dollari. Al contrario, solamente un movimento sopra i 51,40$ potrebbe confermare il trend rialzista. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.