Nell'ultimo World Economic Outlook presentato oggi a Kuala Lumpur dal Fondo Monetario Internazionale emerge che la composizione della crescita mondiale è cambiata rispetto alle proiezioni di aprile. Lo sviluppo del mondo dipende sempre meno dagli Usa e sempre più dalle economie emergenti e dall'eurozona. Il downgrade più importante riguarda gli Stati Uniti, con un taglio delle stime sul tasso di sviluppo dello 0,2% per il 2017 e dello 0,4% per il 2018. In antitesi quindi con  le politiche del presidente Donald Trump che "saranno meno espansive del previsto", spiega il capo economista del Fondo, Maurice Obstfeld: Il pil è stato "rivisto al ribasso dal 2,3% al 2,1% nel 2017 e dal 2,5% al 2,1% nel 2018". La crescita è stata rivista al rialzo in Giappone e in Cina dove il Fmi ha rivisto al rialzo di un decimo di punto percentuale le stime di crescita del Paese e ha fissato il tasso di crescita per il 2017 al 6,7%, contro il 6,6% delle ultime stime di aprile scorso. Le stime sono state riviste al rialzo in tutti i principali Paesi della zona euro, Italia compresa con un pil stimato all'1,3% quest'anno e all'1% il prossimo, rispettivamente lo 0,5% e lo 0,2% in più rispetto alle indicazioni di tre mesi fa. Nel Regno Unito pesa la Brexit con l'Fmi che ha rivisto al ribasso dello 0,3% rispetto ad aprile le stime sul Pil del Regno Unito quest'anno, atteso all'1,7%. La Borsa di Tokyo ha chiuso in calo dello 0,6% sotto quota 20 mila (19.975). Hang Seng saliva dello 0,5% ai massimi da due anni a 26.839 punti. Il petrolio resta sotto i 46 dollari al barile alla vigilia del vertice tra produttori Opec e non Opec che si terrà oggi in Russia

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 24/07/2017

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

<i>Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.</i>

 

[[bold]][[link| | < Torna al blog | http://www.cmcmarkets.it/blog/posts | no ]][[end-bold]]