Rra i sistemi di trading più diffusi, uno dei più diffusi è sicuramente l'Ichimokun nato dalle ricerche di un giornalista giapponese Goichi Hosoda, a fine anni Trenta. Il sistema è stato reso pubblico nel 1968 dopo vent’anni di sperimentazione fatta grazie ad un numeroso gruppo di studenti. In Occidente viene applicato da pochi anni. Il suo obiettivo è quello di fornirci indicazioni sulla possibilità del verificarsi di un trend e quindi agire di conseguenza. E' costituito da 5 linee: Tenkan-sen, Kijun-sen, Senkou span A, Senkou span B, Chikou Span e tra Senkou Span A e Senkou Span B si evidenzia una zona chiamata Kumo (nuvola). Tenkan-sen (tuning line) è la somma del massimo e del minimo delle 9 candele precedenti diviso 2. Linea blu nella Next Generation. E’ utilizzato principalmente come indicatore del trend e in seconda battuta può essere considerato anche come una resistenza. Kijun-sen (standard line): individua il valore medio del prezzo per il secondo periodo temporale (26). Quando il prezzo supera questa linea al rialzo siamo all’inizio di un trend. La formula di calcolo è uguale alla precedente (cambia il periodo di riferimento). Linea fucsia nella Next Generation. Kijun-sen rappresenta un livello di resistenza più forte rispetto a Tenkan – sen e può essere un buon riferimento per piazzare uno Stop Loss. Tenkan – sen e Kijun – sen costituiscono già da soli un un trading system: gli incroci al rialzo o al ribasso di Tenkan rispetto a Kijun sono segnali di acquisto e di vendita. A completare il sistema ci sono poi Senkou-span A, Senkuu-span B, la Kumo e il Cinkuspan Senkou-span A (first leading line o up kumo): somma del valore (Tenkan+Kijun)/2 shiftata in avanti di 26 barre. Linea verde nella Next Generation. Senkou-span B (second leading line o down kumo): somma del valore massimo e minimo delle precedenti 52 barre, diviso 2, spostata in avanti di 26 barre. Linea rossa nella Next Generation. Kumo (cloud o nuvola): è l’area che si crea tra Senkou-span A e Sankou-span B evidenziata da un’ombreggiatura bianca. Chinkou-span (lagging line): rappresenta l’andamento della chiusura dei prezzi, spostata indietro di 26 barre. Linea grigia nella Next Generation. Anche gli incroci tra Senku span A (che funge da media mobile veloce) e Senku span B (simile ad una media mobile lenta) ci offrono dei possibili segnali di acquisti e di vendita La Kumo è particolarmente utile perché ci permette di suddividere il grafico in tre zone: rialzista, ribassista e laterale. Se il prezzo è al di sopra della Kumo siamo in presenza di un trend rialzista, al di sotto il trend è ribassista ed infine un movimento all’interno della nuvola è indice di un trend laterale La Kumo ci permette anche di filtrare i diversi segnali che possono possono arrivare da Tenkan, Kijun o da pattern che vengono a formarsi. All’interno di un trading system basato sull’Ichi-Moku il Chinku Span ci permette di verificare che non ci siano delle zone di supporto o resistenza che si siano formate in precedenza. I segnali provenienti da Chinkou Span rappresentano un controllo di ultima istanza sulle operazioni che stiamo implementando sulla base degli altri indicatori